Calcio: Allegri “Col Benfica niente amnesie, la Juve non deve strafare”

2 minuti di lettura

Il tecnico recupera Di Maria per la Champions: "Ha un solo allenamento, non so se giocherà dall'inizio" TORINO (ITALPRESS) – "Abbiamo recuperato Di Maria, ma non so se lo schiererò dall'inizio". Lo ha detto Massimiliano Allegri nella conferenza stampa della vigilia di Juventus-Benfica, seconda partita dei bianconeri nel Gruppo H di Champions League. Parlando all'Allianz Arena, il tecnico juventino ha fatto il punto anche sugli altri infortunati dicendo che "Szczesny si sta ancora allenando e lo saprò solo dopo la conferenza se sarà a disposizione. Alex Sandro sul rigore guadagnato domenica ha avuto un problema a un adduttore e vedremo se sarà a disposizione per Monza. Rabiot e Locatelli sono out". Quella lusitana che affronta domani la Juventus "È una società che ha una storia importante, sono abituati a giocare queste partite, è una squadra cui l'allenatore tedesco ha dato aggressività, viene da 11 risultati positivi e per ottenere un risultato bisognerà fare una prestazione da squadra, stare nella partita e avere poche amnesie che in Europa si pagano", ha aggiunto l'allenatore livornese che non ha ancora deciso se schierare dall'inizio il polacco Milik, tra l'altro squalificato domenica prossima. "Dovrò valutare perché ho anche un dubbio a centrocampo e domani deciderò il da farsi. Stiamo bene e stiamo recuperando le energie per domani". Dice il tecnico. Così come restano aperte le possibilità in difesa: "Dipende dalle caratteristiche dei giocatori. In questo momento possiamo costruire a tre, ma poi dipende da come si svolge la partita. Non è una questione di numeri ma di sapersi muovere e andare a cercare gli spazi". Difficile che domani stia fuori Cuadrado parso stanco: "Con Alex Sandro fuori, di esterni fuori ho Cuadrado, De Sciglio e Danilo". A parte un paio di gare in stagione, la Juve ha sempre fatto bene in avvio di partita ma come nel caso della gara di domenica scorsa con la Salernitana ha pagato dazio per non aver trovato gol subito: "Ne abbiamo parlato – ha risposto Allegri – e bisogna trovare un equilibrio: quando non riesci a far gol, è un momento in cui non devi subire gol. Non è vergogna se finisci il primo tempo 0-0, non devi prendere gol. E in alcune partite in cui siamo andati in vantaggio, ci siamo un po' fermati. Bisogna trovare equilibrio". Allegri si è dato una spiegazione su questa Juventus 'agitata': "Guardiamo la cosa positiva: c'è questa voglia di fare che ci porta a strafare. Ma le partite sono lunghe e non bisogna strafare. In quei momenti bisogna avere equilibrio, abbiamo 95 minuti per vincere e questo ci deve rasserenare". Agitazione figlia anche del fatto che ci sono "giocatori che hanno poche partite in Champions e nel campionato italiano. Poi giocare nella Juve non è semplice, sei sempre sotto pressione". Allegri in questo senso ha fatto l'esempio di Bremer: "E' un acquisto straordinario ma è alla seconda partita in Champions". E per fare domani sera ma senza strafare "basta che ognuno faccia il suo, si deve mettere a disposizione della squadra con cose molto semplici", ha risposto il tecnico che ha elogiato ancora una volta Vlahovic: "L'ho visto bene, sta migliorando negli aspetti in cui deve migliorare, ma sono molto contento di quello che sta facendo Dusan. Insieme ad Haaland e Mbappè, è uno dei migliori tra i giocatori giovani con meno esperienza internazionale". Infine, la richiesta di giudicare a freddo quanto successo domenica scorsa nel finale di Juventus-Salernitana: "Non ho mai espresso giudizi sugli arbitri, per me l'argomento si è chiuso domenica sera. L'unica cosa è che all'allenatore sarebbe meglio far pagare la multa, anche salata e da dare in beneficenza, ma la domenica dopo deve essere in campo". Già tanti in questa prima parte di stagione gli episodi che hanno coinvolto i tecnici in episodi di grande nervosismo: "Può darsi che faccia un po' di caldo e ci vorrebbe un bagno al mare. Però, detto questo, domenica ho avuto una reazione sbagliata e mi dispiace. Sarei stato più contento di una multa che di una squalifica". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). xg3/ari/red 13-Set-22 15:51

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Galtier punta su gioco Verratti “Skriniar?No a condizioni Inter”

Articolo successivo

Allegri “Col Benfica testa e niente amnesie”

0  0,00