Piaccia o meno la Monarchia, Elisabetta ha vinto

1 minuto di lettura

La Regina Elisabetta è morta. Voi ora penserete (e giudicherete con facilità): una vita da privilegiata che vuoi che ci importi?

Dovete sapere che quando fu incoronata Regina giovanissima disse che Elisabetta non esisteva più, ma che lasciava il posto allo Stato che avrebbe rappresentato per tutta l’esistenza. Se a voi sembra una cosa facile… a me no. Sarà che per riconquistare la mia personalità e la mia persona c’ho messo anni, si cresce, ci si capisce meglio, il peso dei giudizi altrui non vale più come prima, sai relativizzare certi assolutismi e sai trovare la tua strada alla vita. Se la vita è tua.

Ecco la vita di questa donna, ricca quanto volete, non era più sua da quella fatidica data in cui le posero una Corona in testa, nel 1953. Da allora doveva essere un modello, doveva impersonificare un ideale, addirittura era capo della Chiesa anglicana pure, doveva gestire il governo di tutti e non solo la sua casa o la sua famiglia che, diciamoci la verità, di fronte al compito di guidare una nazione (e che nazione) era ben poca roba.

Ovviamente il tutto per tutta la vita. Che è stata lunga e dignitosa. Ha resistito alle bagarre di Palazzo, alle polemiche, ai gossip, ha resistito all’invidia, alle chiacchiere e ai chiacchieroni che avrà avuto intorno. Ha cercato di essere la Regina di tutti e riuscendoci altrimenti non si spiegherebbe come sia stata tanto amata da tutti gli inglesi e come la Monarchia in Inghilterra non conosca crisi nè destabilizzazione mentre le nostre “moderne” Repubbliche abbiano perso ormai ogni credibilità. Ora provateci voi. A dedicare tutta la vita, pure con milioni di euro, a tutti i vostri sudditi e ad avere una vita pubblica per sempre e mai più privata nè privatistica come sguardo. Molti impazzirebbero.

In qualche modo Lady D lo ha fatto, non era per lei la vita di corte. Non è da tutti e per tutti incarnare la legge e le istituzioni. Molti suoi figli hanno già dimostrato di non essere come lei. Li rende più umani, direte ancora voi… Forse sì. Ma non per questo lei è da definire disumana. Lei è andata oltre sè e le va riconosciuta la forza, la dignità, la resistenza che solo grandi e antichi sovrani possono vantare ma, ancor meglio, che solo grandi donne sanno avere. La vera forza è quella di chi fiorisce sempre anche se additato o odiato. E lei ha dimostrato di essere un fiore in mezzo a molta mediocrità. Che piaccia o meno la Monarchia, lei non può non piacere

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Salvini “Mai preso soldi dalla Russia, fake news”

Articolo successivo

Meloni “No a governo con il PD, il centrodestra avrà maggioranza”

0  0,00