Calcio: Faraoni out, Cioffi “Verona troverà Fiorentina forte e ferita”

2 minuti di lettura

"Quella dei viola è solo una crisi di risultati", spiega il tecnico dell'Hellas VERONA (ITALPRESS) – Allenamento mattutino a Peschiera per il Verona che sta ultimando la preparazione in vista della gara di domenica quando l'Hellas farà visita alla Fiorentina. Cioffi non recupera Faraoni per cui giocherà ancora il giovane Terracciano. In attacco ballottaggio tra Lasagna e Kallon nel ruolo di seconda punta accanto ad Henry. In conferenza stampa le parole del tecnico Cioffi. "Abbiamo recuperato Ceccherini, come Piccoli, mentre Faraoni non sarà della partita di Firenze – ammette l'allenatore gialloblù – Niente di grave, ma Davide ha bisogno di tempo per superare al meglio l'infortunio alla caviglia. La partita di Roma, nonostante la sconfitta, ha lasciato tantissimi aspetti positivi, ma resta da migliorare l'aspetto offensivo. La Fiorentina? È solo in crisi di risultati ma non certo di giocatori. I viola sono una squadra costruita per raggiungere le coppe. Sappiamo che andremo ad affrontare una squadra ferita, in un ambiente che sarà un calderone". Cioffi non ha nessuna voglia di parlare di arbitri, è un pensiero che preferisce non avere e non intende farsi trascinare su polemiche che riguardano le squadre avversarie. "Io da allenatore mi tiro fuori da ogni polemica e sono appoggiato dalla società in questo. Il nostro obiettivo è vincere le partite in campo e far sì che gli episodi non ci condizionino. L'approccio che il Verona deve avere è di crescere come squadra e rispettare il lavoro difficile dell'arbitro. Sta a noi vincere le partite e portare a casa i punti". Tornando al calcio giocato, Cioffi sa che le ripartenze domani potrebbero essere importanti: "Sfruttare il contropiede contro la Fiorentina? Può essere un'idea. Adesso però stiamo recuperando la condizione migliore dei giocatori che sono arrivati per ultimi e cominciamo ad avere nuove soluzioni. Si respira una competizione sana. Ecco perché domani deciderò chi scenderà in campo e le caratteristiche con cui giocheremo, rispettando però il DNA dell'Hellas, ovvero mordere. Sin qui la squadra ha potuto giocare tra le linee in maniera indiretta, quindi sfruttando per esempio Lazovic sulla trequarti. Siamo coscienti però del fatto che con la palla possiamo fare sempre meglio e – una volta recuperati determinati giocatori – che si potrà iniziare a fare un gioco tra linee più pulito". Infine Cioffi si sofferma su qualche singolo. "Cabal con ampi margini di crescita? Sì, va 'sgrezzato' ma ha un potenziale incredibile. Quando uno ha personalità si vede. Noi ci crediamo. Doig? Ha esuberanza e un gran motore nelle gambe. A livello tattico è normale che un 2002 non abbia le letture di un giocatore più esperto. Abbiamo la fortuna di avere dei giovani che possono imparare e migliorare, come lui. Kallon titolare? Sì, sta bene ed è alla pari di altri in questo senso. Ha la possibilità di giocare, sono molto contento di quello che sta facendo", ha concluso il tecnico dell'Hellas. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/red 16-Set-22 17:54

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Gotti “Rammarico per ko Napoli,qualità Spezia per battere Samp”

Articolo successivo

Franco “Stanziati finora 43 mld contro il caro energia”

0  0,00