Calcio: Zanetti “Fin qui Empoli bello ma imperfetto,a Bologna sarà dura”

1 minuto di lettura

"E' evidente che desideriamo una vittoria e che guardiamo al risultato", dice il tecnico azzurro EMPOLI (ITALPRESS) – La sconfitta con la Roma è già un capitolo chiuso. L'Empoli ha avuto un buon inizio di campionato, ma dopo tanti complimenti, a Bologna, gli azzurri vogliono andare a caccia del primo successo stagionale. "Tutti desideriamo portare a casa una vittoria, questo è evidente – spiega il tecnico azzurro, Paolo Zanetti, in conferenza stampa -. Vorrebbe dire portare a casa quello che produciamo. Barattere la prestazione col risultato? Bella domanda. Ho grande stima della mia squadra, non voglio che i ragazzi entrino in un loop mentale per cui perdiamo sicurezza per arrivare al risultato. Siamo belli ma imperfetti. Dobbiamo lavorare su queste imperfezioni con serenità e convinzione". La sconfitta casalinga contro la Roma, dopo una buona prestazione, è arrivata anche per le prodezze dei singoli a disposizione di Mourinho, ma anche per qualche superficialità di squadra. "Abbiamo preso un super gol da Dybala – spiega -, il secondo con un po' più di attenzione potevamo evitarlo. Non penso a cambi di modulo, la squadra ha le sue caratteristiche. Non sono mai stato un difensivista, non voglio fare le barricate. Abbiamo fatto molti cross e stiamo alzando il numero". "Vogliamo essere protagonisti della gara, stiamo crescendo nel coraggio e nella proposta. Il risultato lo guardiamo, non ci nascondiamo dietro al fatto che giochiamo bene", sottolinea Zanetti che poi si concentra sull'avversaria di domani. Di fronte gli azzurri si ritroveranno un Bologna nuovo, dopo l'arrivo di Thiago Motta. "Sarà una gara difficile a prescindere da chi siede sulla loro panchina – spiega Zanetti -. Una sfida dura e particolare, dal punto di vista tattico, abbiamo pensato a lavorare più su noi stessi che sull'avversario. Il Bologna sa far male perché ha singoli importanti, è normale che la nostra dose di umiltà deve essere sempre al massimo. Arnautovic? Parliamo di un campione, lo dice la sua carriera. Satriano è un giovane campione invece, è un 2001 con un margine di crescita infinito e si crea molte occasioni, ha fiducia da parte mia e dei compagni". Zanetti parla poi delle probabili scelte di formazione e degli indisponibili che comunque torneranno presto a disposizione. "Destro, Ebuhei e Baldanzi rientreranno dopo la sosta. Al di là dei dubbi di formazione è difficile cambiare una squadra che ha fatto una prestazione come quella con la Roma. Vorrei riconfermare la formazione in blocco ma ho situazioni da monitorare – conclude Zanetti -. Marin ha fatto molto bene, ha personalità e sta imparando anche l'aspetto tattico. Chi ha giocato con la Roma ha recuperato, c'è stata solo semplice stanchezza perché abbiamo avuto solo un giorno di lavoro vero". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). mar/ari/red 16-Set-22 13:23

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, in Italia Omicron 5 predominante al 94,4%

Articolo successivo

Maltempo Marche, ricognizione aerea sulle aree di Senigallia

0  0,00