Gasperini “Mourinho al passo coi tempi, arbitri spieghino in tv”

1 minuto di lettura

Il tecnico dell'Atalanta: "Il portoghese ha risvegliato una piazza fantastica" BERGAMO (ITALPRESS) – "Mourinho? È un grande allenatore, va al passo con i tempi, modifica in base alle esigenze. Le due partite dell'anno scorso ci sono rimaste un po'… così, senza togliere nulla alla Roma, soprattutto per la capacità che ha di rinnovarsi. Mourinho ha trasmesso un entusiasmo eccezionale a Roma, ha risvegliato una piazza fantastica, genera questo tipo d'entusiasmo". Il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Roma: "Mi immaginavo questa posizione di classifica? Quest'anno non ci siamo mai posti nulla – ha ribadito il tecnico nerazzurro -, essere primi dopo sei giornate è un grande merito. Ma è appena l'inizio, è un campionato ancora da decifrare, è parecchio difficile. Le big si sono rinforzate in modo notevole, ma anche le altre squadre: Monza e Cremonese, che abbiamo affrontato, si sono avvicinate molto, ma anche Lecce e Salernitana. Siamo lì, ma dobbiamo capire cosa possiamo fare, domani sarà un bel test prima della pausa, dopo le idee saranno più chiare. Infortunati? Abbiamo i soliti tre, si è aggiunto Zortea che ha un problema all'anca, speriamo di recuperarlo la prossima settimana. Boga è recuperato dopo il problema di martedì". A proposito di Boga: "Io ragiono sulle prestazioni – spiega Gasp – A me fa molto piacere quando parlate di prestazioni: dipende da lui, quando ci saranno delle prestazioni adeguate a quello che richiede la squadra ci sarà più spazio. Perché succede questo? Se avessi avuto la risposta avrei avuto anche la risposta. Ogni settimana c'è questa cosa di chi gioca o meno, su Muriel ho sentito un po' di cose… Muriel ha giocato tanto, lo scorso anno ha fatto 27 gare su 38. Questi sono i numeri, il resto è disinformazione". Gasperini si sofferma anche sulla settimana complicata del VAR: "Gli arbitri, o chi per loro, devono andare in TV per spiegare le varie situazioni ma anche gli errori che possono esserci nella velocità di decisione. Ma ci deve essere un'ufficialità, una certezza di regolamento, ora facciamo fatica a capire se una stessa è giusta o un errore. Quest'anno ci sono stati un po' di episodi che non ci hanno toccato, se non a Genova. Ci sono troppe proteste su situazioni che non sono chiare", ha concluso. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). pia/mc/red 17-Set-22 14:35

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Letta resta in panne e perde per strada pure Landini

Articolo successivo

Allegri “Siamo tutti in discussione ma serve lucidità”

0  0,00