Oro mondiale nella crono U.23 donne per Guazzini

1 minuto di lettura

L'azzurra è quarta assoluta tra le Elite, sfuma il tris iridato consecutivo per Ganna WOLLONGONG (AUSTRALIA) (ITALPRESS) – Subito un oro per l'Italbici nella prima gara dei Mondiali australiani grazie a Vittoria Guazzini, che per la prima volta nella storia permette alla Nazionale di conquistare il titolo iridato cronometro donne Under 23. Il programma non provede ancora una gara indipendemente ma una speciale nella prova elite e l'azzurra è quarta assoluta a 9" dal podio. La maglia iridata elite, seconda consecutiva, va ancora alla 35enne olandese Ellen van Dijk, che sopravanza di 12" l'australiana Grace Brown e di 41" la svizzera Marlen Reusser. L'azzurra è quarta a 52", prima tra le U23. Dopo l'argento europeo di categoria, arriva quindi la consacrazione definitiva: "Il circuito mi piaceva, diverso da quello di Anadia – spiega la giovane toscana delle Fiamme Oro, trionfatrice ai recenti Giochi del Mediterraneo – Mi sono trovata a mio agio. Non puntavo alla maglia iridata ma a fare bene e se devo essere sincera un po' mi dispiace di non essere riuscita a prendere anche la medaglia di bronzo elite". Alle sue spalle è giunta l'olandese Shirin van Anrooij, staccata di 1'48". L'orange in Portogallo aveva battuto Guazzini per una manciata di secondi. "Capirò cosa vuol dire vincere la maglia iridata forse tra qualche giorno, è una sensazione incredibile e devo dire che l'Australia è un paese affascinante – ha aggiunto l'azzurra – Ho iniziato la gara sperando solo di fare bene. Poi a metà mi sono resa conto che avevo un buon tempo. Questo mi ha dato fiducia. Non ho pensato a nulla, se non ad andare forte". Una stagione lunga, con tante medaglie, ma che non è ancora terminata: "Sì, abbiamo il Team Relay e poi, ad ottobre i mondiali su pista, poi stacco e vado in vacanza". L'altra italiana impegnata nella crono Elite, Arianna Fidanza, ha chiuso al 23° posto. Epilogo a sorpresa nella cronometro mondiale riservata ai pro'. A vincere è il norvegese Tobias Foss, che copre la distanza dei 34,2 chilometri di percorso in 40'02"; argento allo svizzero Stefan Kung e bronzo al belga Remco Evenepoel, distanziati rispettivamente di 2" e 9". Giornata storta per Filippo Ganna: il piemontese, a caccia del terzo titolo iridato consecutivo, è solo settimo a 55" dal vincitore; 13esimo Edoardo Affini a 1'27", 15esimo Matteo Sobrero a 1'33". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). mc/red 18-Set-22 10:26

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calciomercato: Barcellona. Jorginho profilo ideale per il centrocampo

Articolo successivo

Calcio: MLS. Toronto sconfitto 4-0 da Orlando City

0  0,00