Calcio: Donne. Spagna, 15 giocatrici contro il ct,rinunciano a nazionale

1 minuto di lettura

La Federazione difende l'allenatore e avverte: "Torneranno solo se chiederanno scusa" MADRID (SPAGNA) (ITALPRESS) – Caos totale nella nazionale femminile della Spagna. Quindici giocatrici, con una mail inviata alla Federcalcio spagnola (Rfef), hanno comunicato che rinunciano a indossare la maglia della "Roja" fino a quando sulla panchina delle selezione ci sarà ancora Jorge Vilda. Alcune calciatrici avevano già chiesto l'esonero del commissario tecnico, confermato, invece, dal presidente Luis Rubiales. Una situazione che, secondo le 15 nazionali, non permette loro di allenarsi nelle migliori condizioni psicologiche. La Rfef ha reagito con forza e, in sintesi, comunica che le 15 verranno "perdonate" soltanto se "riconosceranno il proprio errore e chiederanno scusa". "La Federazione non permetterà alle giocatrici di mettere in discussione la continuità del lavoro del tecnico e del suo staff, certe decisioni non rientrano nelle loro competenze, non accettiamo alcun tipo di pressione di questo genere". La Federazione ricorda che "non rispondere alle convocazioni della nazionale è un'infrazione molto grave dei regolamenti e comporta sanzioni che possono andare dai due ai 5 anni", ma aggiunge che "non prenderà questo tipo di decisioni", semplicemente non convocherà le ribelli e si affiderà "alle ragazze delle selezioni giovanili". Tra le 15 non c'è, secondo la stampa spagnola, la stella Alexia Putellas. – foto Image – (ITALPRESS). ari/red 23-Set-22 09:54

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ciclismo: Mondiali. Titolo iridato juniores al tedesco Emil Herzog

Articolo successivo

Sale l’incidenza dei casi Covid, Rt stabile

0  0,00