Bautista show, tripletta a Barcellona e allungo in classifica

2 minuti di lettura

Il pilota Ducati domina anche gara 2, Razgatlioglu è a -59 BARCELLONA (SPAGNA) (ITALPRESS) – Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) si regala un'eccezionale tripletta grazie all'ennesima vittoria da dominatore centrata in Gara 2 al Circuit de Barcelona-Catalunya dopo essere scattato dalla pole position in occasione dell'ultimo appuntamento del weekend catalano del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike. Il pilota di Talavera de la Reina allunga ancora in classifica. Ancora una volta Bautista scatta dalla pole position e resta in testa dall'inizio alla fine tagliando il traguardo con oltre otto secondi di vantaggio. Alle sue spalle a giocarsi il podio ci sono Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati), Axel Bassani (Motocorsa Racing) e Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK). Alla fine il secondo posto va a Rinaldi che precede Razgatlioglu, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e Bassani. Il riminese compie il sorpasso che gli vale la seconda piazza in curva 1 all'11° giro. Al 14° giro Rea passa sia Razgatlioglu che Bassani nello stesso punto. Razgatlioglu approfitta di un errore del veneto in curva 12. Al 16° giro in curva 7 Rea finisce lungo, Bassani si rimette dietro il nordirlandese che però risponde poco dopo. Bautista porta a 59 punti il suo vantaggio nei confronti di Razgatlioglu: lo spagnolo è il primo pilota a vincere tre gare al Circuit de Barcelona-Catalunya e ora vanta 48 podi. 14° podio per Rinaldi mentre per Ducati si tratta della quarta vittoria di fila sulla pista spagnola. 72° podio nel WorldSBK per Razgatlioglu. Rea termina quarto e precede Bassani: alle spalle del veneto ecco tre rookie, ovvero Xavi Vierge (Team HRC), Philipp Oettl (Team Goeleven) e Iker Lecuona (Team HRC). Loris Baz (Bonovo Action BMW) termina la gara in nona posizione. Decimo posto per un ottimo Roberto Tamburini (Yamaha Motoxraxing WorldSBK Team) che si regala il miglior risultato nel WorldSBK mettendosi dietro Luca Bernardi (BARNI Spark Racing Team), alla sua miglior prestazione da Gara 2 all'Autodrom Most. Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) arriva 12° precedendo le BMW di Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team) ed Eugene Laverty (Bonovo Action BMW) mentre Kohta Nozane (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) chiude la zona punti. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) chiude in 16^ posizione dopo essere caduto in curva 10 nel corso del quarto giro. Dietro di lui ecco l'argentino Leandro Mercado (MIE Racing Honda Team) e il ceco Oliver Konig (Orelac Racing VerdNatura WorldSSP). Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è caduto nel corso del primo giro in curva 10 mentre Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) è finito a terra in curva 14 prima di essere trasportato al centro medico per accertamenti al termine dei quali è stato dichiarato idoneo pur con abrasioni al petto. Al quinto giro in curva 10 è caduto anche Christophe Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha). La gara di Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) è terminata al 12° giro in curva 2. Ritiro per Oscar Gutierrez (TPR Team Pedercini Racing). – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). fsc/com 25-Set-22 15:44

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Maldini “Con De Ketelaere ci vuole pazienza, Pioli leader nato”

Articolo successivo

Covid, 18.797 nuovi casi positivi e 13 decessi

0  0,00