Calcio: Juric “Il Toro di Bologna non mi è piaciuto, con Samp al 100%”

1 minuto di lettura

"Gli alti e bassi non dipendono dalle motivazioni, i ragazzi devono andare sempre oltre", dice il tecnico granata TORINO (ITALPRESS) – Subire una rimonta e tornare da una trasferta considerata importante senza punti, non è quello che si aspettava Ivan Juric, nè tantomeno il popolo granata. Ci si aspettavano conferme dopo le buone prestazioni e le relative vittorie con Udinese e Milan, ma così non è andata. Il tecnico croato ha una sua lettura e, alla vigilia del match casalingo contro la Sampdoria, fornisce la sua spiegazione per il ko del Dall'Ara. "Gli alti e bassi non dipendono dalle motivazioni, che sono sempre al cento per cento, ma dalla qualità dei giocatori. Sono ragazzi splendidi che a volte riescono ad andare a livelli superiori al loro standard. Però ci sono delle occasioni in cui non riescono ad esprimersi oltre al loro livello e in quelle circostanze emergono le difficoltà – le parole di Juric -. La partita contro il Bologna non mi è piaciuta, fino al primo quarto d'ora della ripresa eravamo riusciti a controllare la gara, riuscivamo a rubare la palla ai nostri avversari e a creare delle occasioni da gol. Non mi è piaciuto il modo in cui abbiamo subito le due reti dei rossoblù, dovevamo essere più tosti". Domani sera, al Grande Torino contro la Sampdoria penultima in classifica, il Toro avrà la possibilità di rimediare al passo falso accusato in Emilia. Juric, però, invita a non prendere sotto gamba la sfida con i blucerchiati di Dejan Stankovic: "Domani se non saremo al cento per cento rischiamo di perdere. Contro la Fiorentina la Samp ha disputato un'ottima gara. Nella rosa dei doriani ci sono diversi giocatori di valore, ma nel calcio capitano dei momenti in cui tutto gira male". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). rol/ari/red 08-Nov-22 12:14

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Zes e Zls, da Intesa Sanpaolo 5 miliardi per l’economia marittima

Articolo successivo

Cremona, confiscati beni per 4,5 milioni a cosca della ‘ndrangheta

0  0,00