Calcio: Serie A. Palladino “Bravi tutti, peccato andare in vacanza ora”

1 minuto di lettura

Il tecnico del Monza: "Dovremo farci trovare pronti quando si ripartirà" MONZA (ITALPRESS) – "Oggi sono stati davvero bravi tutti. Voglio ringraziare lo staff che è sempre super disponibile e la società. Adesso bisogna essere bravi a staccare la spina, andremo in vacanza ed è quasi un peccato fermarsi ora perché due mesi fa avevamo iniziato un percorso in salita e ora le cose stavano andando bene: dovremo farci trovare pronti quando si ripartirà". Lo dice il tecnico del Monza, Raffaele Palladino, ai microfoni di Dazn dopo il successo dei brianzoli in casa contro la Salernitana. All'allenatore napoletano, subentrato in corsa a Stroppa, viene chiesto se si aspettava un impatto così positivo con la Serie A. "Sono onesto – risponde – ho iniziato davvero da poco ad allenare, sono anche inesperto sotto certi punti di vista, ma non ho avuto paura, ho cercato di inculcare la mia mentalità. Adesso i ragazzi fanno tutto da soli", dice Palladino che non chiede regali dal mercato per rinforzare l'organico. "Non mi piace parlarne in questo momento, io ho la fortuna di avere attaccanti duttili e bravi con caratteristiche diverse. Dany Mota per le qualità che ha, a campo aperto è devastante. Ha qualità, tecnica e forza. Pensavo avesse più difficoltà da prima punta, ma è serio, applicato, cresce partita dopo partita". "Petagna è un giocatore differente. Tiene palla, ci fa salire, è un attaccante di movimento che può venire sotto a legare il gioco e poi così si aprono più spazi per andare su con i trequartisti. Per Gytkjaer vale lo stesso discorso: il mio compito è valorizzare loro, si è creata una bella magia. A gennaio si aprirà il mercato e vedremo che fare, ma io vorrei fare il meno possibile perché quando vai a toccare delle cose rischi di fare danni e io non voglio toccare niente". In chiusura due parole su Carlos Augusto, che ha trovato la terza rete in Serie A. "L'ho già detto nei giorni scorsi, mi sorprende giorno dopo giorno – sottolinea Palladino parlando dell'esterno brasiliano -. Lui ha fatto tre partite in un settimana e ha dati fisici incredibili. Poi ha ampi margini di miglioramento, nasce da terzino ma penso che il suo ruolo ideale è questo di esterno a tutta fascia. Se devo trovare un piccolo difetto in cui può migliorare è la qualità del passaggio negli ultimi 20 metri, ma ci stiamo lavorando. E' facile lavorare con lui, è sempre attento e disponibile, parliamo molto e ogni giorno mi fa mille domande. E' davvero forte – chiosa il tecnico del Monza -, può essere un giocatore da Champions League". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). xc9/mc/red 13-Nov-22 18:04

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Serie A. Nicola “Fiducia a giovani, non mi sento in discussione”

Articolo successivo

Calcio: Serie A.Gotti “Vittoria con Hellas ci ripaga di qualche amarezza”

0  0,00