Gravina “Oggi non ci sono elementi per commissariare l’Aia”

1 minuto di lettura

"Trentalange è stato democraticamente eletto dai suoi arbitri, è legittimato a ricoprire quel ruolo" ROMA (ITALPRESS) – "Trentalange e l'AIA parte lesa? L'unica parte lesa in questa vicenda è il mondo del calcio. Dal lato umano capisco Alfredo, tutti ci interroghiamo su quelle zone grigie e nessuno riesce a trovare la luce. Ma Alfredo è stato democraticamente eletto dai suoi arbitri. È legittimato a ricoprire quel ruolo". Lo ha dichiarato il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, in conferenza stampa a margine del consiglio federale convocato per affrontare il caso D'Onofrio, il procuratore arbitrale arrestato sabato. "Da più parte sono arrivate richieste di commissariamento e di dimissioni – ha proseguito Gravina – ma oggi non ci sono elementi oggettivi per individuare un provvedimento così violento come il commissariamento. Se domani dovessero emergere delle responsabilità diverse da quelle individuali di D'Onofrio, penso che Trentalange sia il primo a fare un passo indietro". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). spf/gm/red 15-Nov-22 13:24

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mondiali2022: Girone D. Francia campione in carica e Danimarca favorite

Articolo successivo

Calcio: Milan, papà Leao “Rinnovo? C’è tempo fino al 2024”

0  0,00