Mondiali2022: Francia. Deschamps “Danimarca ci ha sempre fatto soffrire”

1 minuto di lettura

"Dobbiamo invertire la tendenza, l'obiettivo è chiudere il discorso qualificazione", dice il ct dei bleus DOHA (QATAR) (ITALPRESS) – Nel 2022 due partite e due sconfitte. In Nations League, in casa e in trasferta. Il Mondiale è un'altra cosa, ma è sempre Francia-Danimarca e ovviamente Didier Deschamps chiede massima concentrazione ai suoi ragazzi che in Qatar sono partiti alla grande battendo 4-1 l'Australia al debutto. "Ho sempre pensato e detto che la nazionale danese è sottovalutata rispetto al suo valore reale – spiega il ct in conferenza stampa -. Con loro abbiamo sofferto spesso e molto. Dobbiamo vedere di invertire la tendenza, non si tratta di vendicare le ultime sconfitte o altro, solo affrontare al meglio una squadra che ha sempre la capacità di cambiare il proprio sistema di gioco e questo può metterci in difficoltà". Potrebbe cambiare anche la Francia rispetto al match del debutto contro l'Australia, almeno così aveva detto lo stesso Deschamps al termine della partita. "Tutto è possibile, al di là del gol subito nella prima gara ci sono altre cose da migliorare e che richiedono aggiustamenti. Poi sì abbiamo mostrato una buona qualità offensiva, ma ci sono delle situazioni da sistemare", dice Didì che si sofferma anche su Ousmane Dembelé che ha dato segnali positivi nella prima gara e che deve riscattare un Mondiale2018 deludente. "Non credo si debba parlare di riscatto, nel 2018 faceva parte di un gruppo che ha vinto, poi ha avuto diversi infortuni, ma ora è un giocatore più maturo, sta bene anche nel suo club e ha sempre questa capacità di mettere in difficoltà l'avversario con la sua velocità e le sue percussioni e anche con l'Australia ha fornito una palla stupenda a Mbappé – spiega Deschamps -. E' migliorato anche nella fase difensiva perché fa questo lavoro anche nel suo club". Si guarda avanti, al tabellone, la Francia potrebbe incrociare agli ottavi nazionali forti, ma che non hanno cominciato bene. "Ne parleremo quando sarà il momento e se succederà, intanto pensiamo alla Danimarca e alla nostra qualificazione. La seconda partita, per chi come noi ha vinto la prima, può essere decisiva, noi proveremo a vincere per chiudere il discorso del passaggio del turno". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/red 25-Nov-22 12:38

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Touchpoint Awards Strategy, il grand award va a Havas Media

Articolo successivo

iliad, in Italia creati 83mila posti di lavoro

0  0,00