/

Japan. Body Perform Live: a Milano va in scena l’arte contemporanea giapponese degli anni Duemila

1 minuto di lettura

Japan. Body Perform Live è la mostra che il PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano accoglie fino al 12 febbraio 2023 per esplorare le diverse espressioni dell’arte contemporanea giapponese degli anni Duemila, focalizzandosi soprattutto sulle tendenze che coinvolgono i corpi degli artisti, sugli elementi della performance, e sulle dinamiche e i movimenti ad essa legati.

Curato da Shihoko Iida e Diego Sileo, il progetto espositivo intende provare a contestualizzare le attuali forme d’arte nella genealogia delle avanguardie giapponesi del dopoguerra, o nel recente passato, generando dialoghi multistrato tra le opere in mostra. Analizzando criticamente le relazioni tra le espressioni corporee e la società, l’ambiente e la materialità, nonché la tecnologia, gli artisti coinvolti raccontano le loro visioni della vita e della morte, il senso di urgenza sulla politica di identità e come la politica sociale si sia rivelata attraverso le pratiche artistiche.

Gli artisti sono Makoto Aida, Dumb Type, Finger Pointing Worker/Kota Takeuchi, Mari Katayama, Meiro Koizumi, Yuko Mohri, Saburo Muraoka, Yoko Ono, Lieko Shiga, Chiharu Shiota, Kishio Suga, Yui Usui, Ami Yamasaki, Chikako Yamashiro, Fuyuki Yamakawa, Atsuko Tanaka, Kazuo Shiraga.

Glii artisti invitati racconteranno le loro visioni della vita e della morte, il senso di urgenza sulla politica di identità e come la politica sociale – lo spirito del nostro tempo – si sia rivelato attraverso le pratiche artistiche. Il progetto proverà a contestualizzare le attuali forme d’arte nella genealogia delle avanguardie giapponesi del dopoguerra, o nel recente passato, generando dialoghi multistrato tra le opere in mostra.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il jazz elegante di The Songs Album: la recensione

Articolo successivo

Filonazismo e pedopornografia su Telegram, 3 arresti

0  0,00