Mondiali2022: Olanda. Van Gaal “Messi decisivo, ma noi da titolo”

1 minuto di lettura

Van Dijk e De Jong "Non esiste un modo per fermarlo, serve prestazione di squadra per limitarlo" DOHA (QATAR) (ITALPRESS) – Louis Van Gaal l'ha sempre detto. Ci ha sempre creduto e non ha mai nascosto la sua Olanda, parlando apertamente di orange candidati al titolo. Intanto un posto nei quarti di finale se lo è assicurato a adesso anche la critica locale, piuttosto scettica nei confronti della nazionale, comincia a crederci. Il problema è che venerdì 9 di fronte ci sarà l'Argentina di un Lionel Messi che sta disputando un grande torneo. "E' un giocatore che con una giocata può decidere ogni partita, nel 2014 nella semifinale contro di loro ha toccato un pallone e abbiamo perso soltanto ai rigori, adesso vogliamo prenderci una rivincita – spiega il ct dell'Olanda -. Ovviamente Messi è il giocatore più pericoloso, è in grado di creare molto e segnare lui stesso. Ma quando perdono palla non partecipa molto alla fase difensiva e questo ci dà delle possibilità", spiega Van Gaal che non vuole dare indicazioni sulla strategia anti-Messi. "Questo non ve lo dirò, lo vedrete venerdì" dice alla stampa olandese, per poi ribadire e chiarire il pronostico pre-Mondiale sulla sua squadra. "Ho detto che possiamo diventare campioni, non che lo diventeremo sicuramente. Possiamo vincere il Mondiale, ma se non ci riusciremo non si potrà parlare di fallimento", sottolinea Van Gaal. Della sfida contro l'Albiceleste ne parla anche Virgil Van Dijk che, da buon difensore, si concentra su Messi. "E' sempre un onore giocare contro di lui, ma affrontiamo l'Argentina e non soltanto Messi, nè sarà una sfida tra me e lui, nessuno, da solo, può fermare Messi, serve un gioco di squadra, una strategia precisa e stare attenti a quando attaccheremo noi, magari lui si nasconde e poi ti punisce". Conosce bene Messi il centrocampista del Barcellona, Frenkie De Jong, che lo ha avuto come compagno di squadra in azulgrana. "Lo conosco, ma non so come fermarlo. Fa la differenza da 15 anni anche in allenamento e non esiste un modo per fermarlo – dice De Jong -. Dobbiamo limitarlo come squadra. Non ci siamo sentiti in questi giorni e non lo faremo prima di venerdì, ci vedremo in campo". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/red 06-Dic-22 16:47

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ischia, trovato il corpo della dodicesima vittima

Articolo successivo

Fnomceo “In Italia mancheranno 100 mila medici nei prossimi 5 anni”

0  0,00