Calcio: Barella “L’obiettivo dell’Inter è sempre lo scudetto”

1 minuto di lettura

Il nerazzurro: "Spero che Skriniar rimanga, Lukaku è forte e ha tanta voglia". MILANO (ITALPRESS) – Nicolò Barella crede ancora nella rimonta e, dalle colonne de "La Gazzetta dello Sport", manda un segnale chiaro: "Io e la mia Inter siamo cambiati. Ora rimontiamo il Napoli. Vogliamo provare a vincere lo scudetto". "Il campionato è sempre equilibrato e lo vince chi commette meno errori. Finora il Napoli non ne ha commessi; mentre noi ne abbiamo fatti diversi", ha aggiunto il centrocampista nerazzurro, tornando poi sull'avvio di stagione stentato dell'Inter: "In quel momento avevamo perso il focus, credevamo che per quanto fatto e vinto prima tutto ci fosse dovuto. Invece, ciò non succede mai, soprattutto in campionato difficile come il nostro". "Quello di questa stagione, però, è un torneo lunghissimo e strano, con un Mondiale di mezzo, quindi noi ci crediamo. Il nostro obiettivo è sempre quello di provare a vincere lo scudetto", ha proseguito Barella. A ruota il centrocampista dell'Inter si è soffermato sulle "posizioni" di Skriniar e di Lukaku. "Mai mi permetterò di dargli consigli. Ognuno fa le sue scelte. Poi, a fine carriera, si vedrà se sono state giuste o sbagliate. Spero che Skriniar rimanga, perché oltre a essere incredibilmente forte è un fratello. L'addio di Lukaku era stato un colpo molto duro, perché con quel gruppo avevamo un feeling speciale: l'Inter di Conte era stata creata intorno a Lukaku. Adesso tocca a lui inserirsi nel nostro nuovo modo di giocare. Sappiamo quanto è forte e quanta voglia ha, soprattutto ora che viene criticato", ha puntualizzato Barella. "I Mondiali? Non ho visto ancora mezza partita. Non sono lucido di fronte a questo dispiacere enorme", ha concluso il centrocampista dell'Inter e della Nazionale azzurra. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). pdm/red 09-Dic-22 11:41

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calenda “Serve un centro riformatore”

Articolo successivo

Alexa, in 4 anni 17 miliardi di interazioni in Italia

0  0,00