Conceiçao “Serve gara intelligente contro una grande Inter”

1 minuto di lettura

"Ho una grande passione per l'Italia, lì ho vissuto i miei migliori anni da calciatore", dice il tecnico del Porto OPORTO (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – "Sarà una partita diversa da quella dell'andata". Sergio Conceiçao parte da questa convinzione, ma per il resto non ha grandi certezze alla vigilia del ritorno degli ottavi di finale di Champions al Dragao di Oporto contro l'Inter. "Non so se da loro giocherà Skriniar, se ci sarà Dumfries o Gosens (il tedesco non ci sarà, ndr) sulla fascia, chi giocherà tra Lukaku, Dzeko e Lautaro, due di loro ci saranno, ma poi dagli interpreti che sceglierà Inzaghi cambierà il modo in cui difendono o attaccano – dice in conferenza stampa il tecnico dei Dragoes -. La partita dipenderà anche da quello che riusciremo a fare noi, ma credo che sarà una sfida equilibrata oltre che molto difficile contro una squadra che ha grandi giocatori, quasi tutti nazionali di selezioni molto forti. Bisognerà giocare una partita di grande intensità, con grande pressing e intelligenza tattica. Non dimentichiamo che all'andata abbiamo perso (1-0 per i nerazzurri, ndr), quindi abbiamo un solo risultato da ottenere. Sarà importante non avere fretta, abbiamo 90 minuti per cambiare il risultato dell'andata, serve una gara intelligente". Si parte dall'1-0 per i nerazzurri al Meazza, il suo ex compagno di squadra, Simone Inzaghi, ha due risultati su tre a disposizione e l'allenatore portoghese chiede ai suoi, così come a tutto l'ambiente, di avere pazienza. Conosce il calcio italiano, ma un po' a sorpresa dice che il suo preferito "è quello tedesco, non ci si annoia mai", senza per questo voler mettere in secondo piano un Paese dove ha vissuto bei momenti: "Ho una grande passione per l'Italia, i migliori anni della mia carriera da calciatore li ho vissuti lì, in città come Roma, Milano e Parma", dice l'ex Lazio, Inter e Parma. In conferenza stampa anche Wenderson Galeno. "Sappiamo che dobbiamo fare una grande partita e sono sicuro che la faremo, il Porto darà tutto in campo. Partiamo con un gol di svantaggio, ma giocheremo nel nostro stadio e con il sostegno dei nostri tifosi sarà una partita diversa – sottolinea il brasiliano -. Io titolare? Non saprei, decide il mister, ma ovviamente spero di far parte dell'11 iniziale. Mi sento pronto al 100%". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/red 13-Mar-23 15:53

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Transizione green, la logistica punta su sostenibilità e tecnologia

Articolo successivo

Lavoro, il giuslavorista: “Per settimana corta non serve legge, cambiare valutazione rendimento”

0  0,00