Caso Trump, è di nuovo rischio caos negli Usa

1 minuto di lettura

Pronto ad abbattersi un altro macigno sulle elezioni presidenziali 2024, ancora una volta è Trump il protagonista, ancora una volta è scandalo giudiziario.

Con l’accusa di aver pagato per insabbiare una relazione con l’ex pernostar Stormy Daniels, l’ex Presidente USA avrebbe comprato il suo silenzio d’oro nelle fasi finali della campagna elettorale 2016.

Come prevedibile conoscendo il suo modus operandi, inoltre, Trump non ha esitato ad utilizzare nuovamente il suo social network “Truth” per esortare i propri seguaci a “protestare e riprendersi il paese”.

Parole che ci rimandano immediatamente ai gravi fatti di Capitol Hill, altra questione giudiziaria ancora aperta che vede il leader repubblicano indagato per il presunto ruolo esortativo nell’attacco.

Tutto fa pensare ad un tentativo di colpo di mano anche in questo caso, la corte riunita a New York per discutere le condizioni dell’ arresto, è stata infatti rimandata per via di un presunto “pericolo bomba” nell’edificio.

Ipotesi che sembra non aver particolare fondamento ma che, in un modo o nell’altro, è riuscita a far posticipare la seduta “a tema Trump” in una fase cruciale della stessa.

Intanto le prospettive per la nuova corsa alla Casa Bianca del leader conservatore si fanno sempre più buie. Nonostante un leggero vantaggio nei sondaggi sugli altri candidati, Trump sta accumulando colpi e rotture pericolose per la sua tanto ostentata integrità.

Il giovane rivale Ron Desantis é pronto a sfilargli la poltrona del partito ed il favore nei suoi confronti continua ad aumentare. Mentre se non aveva deluso tutti gli elettori durante il mandato, il più volte indagato Presidente Trump sembra finito a camminare su di un terreno ormai sottilissimo, pronto a cadere.

Forse, l’unica salvezza per lui sono quei sostenitori accaniti che ogni volta vengono incitati e liberati come bestie in situazioni di difficoltà, sempre con lo scopo di portare disordine nelle istituzioni, sempre tramite piattaforme social.

Ogni volta che la giustizia prova a toccare Trump, assistiamo ad un fenomeno unico, tanto interessante a livello comunicativo quanto triste da vedere applicato in un paese democratico come gli Stati Uniti.

Sembra che Trump stia creando (con successo), il suo personalissimo pensiero unico, inserito in un contesto di pluralità che cerca in tutti i modi di evadere.

Gianluigi Gazerro

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Zendure Announces BOÉ Motorsports Sponsorship

Articolo successivo

Euro2024: Olanda. In 5 via per colpa virus, convocato De Vrij

0  0,00