Calcio: Thiago Motta “Entusiasmo tifosi stimolo in più per il Bologna”

2 minuti di lettura

"A Verona con rispetto e umiltà contro una squadra agguerrita", dice il tecnico rossoblù BOLOGNA (ITALPRESS) – Dopo il pareggio con il Milan, venerdì saranno più di 3300 i tifosi che seguiranno il Bologna a Verona contro l'Hellas. Non solo, perché il Dall'Ara è oramai esaurito per l'incontro del 30 aprile con la Juventus. Thiago Motta lo ha ricordato parlando a 48 ore dalla partita contro i gialloblù: "E' uno stimolo in più per continuare sulla nostra responsabilità e sul nostro obbligo – ha detto il tecnico -. Vogliamo rappresentare in campo i nostri tifosi, che vengono con grande entusiasmo. È una bella responsabilità, i ragazzi sono molto coscienti del momento e della squadra che affronteremo venerdì sera". Sfida contro un Verona che sta cercando con tutte le proprie forze di tirarsi fuori dalla zona retrocessione e che nell'ultimo turno ha fermato il Napoli al Maradona. "Mi aspetto una partita difficile come tutte le partite in Serie A, quel che è importante è la nostra prestazione. Giocheremo con grande rispetto e umiltà, contro una buona squadra, in questo momento molto agguerrita. Per avere il risultato dalla nostra parte dovremo continuare ad avere i piedi per terra e fare il nostro meglio". Thiago Motta si sofferma su Zirkzee che potrebbe partire dal 1° al Bentegodi. "Tutti possono farlo, faremo la scelta migliore in base a quello che ho visto in settimana e nell'ultima partita. Affrontiamo una buonissima squadra, dovremo dare il massimo. Lui ha tutte le qualità che ha un giocatore di calcio per arrivare, ogni tanto preferisce la bella giocata rispetto all'essere efficace, deve crescere in questo. Deve andare in area e fare gol, deve diventare un Osimhen o un Giroud: aiutano la squadra ma poi arrivano in area e fanno gol. Joshua può farlo, dipende tanto da lui, dalla sua ambizione e dai suoi obiettivi.. ha tutto nelle sue mani. Sta lavorando bene, è un ragazzo fantastico ed è entrato bene nel gruppo, poi c'è il rendimento sul campo e lì può fare meglio". Orsolini torna dalla squalifica, Ferguson continua a ritagliarsi uno spazio importante negli schemi di Thiago Motta che ha più soluzioni da vagliare per la formazione da mandare in campo. "Soriano ci manca, sta lavorando come un grande professionista. Possiamo giocare in modo diverso, anche con 3 o 4 attaccanti.. a sinistra abbiamo anche Kyriakopoulos che ha fatto molto bene quando ha giocato lì". Con il Milan il Bologna ha avuto difficoltà a costruire il proprio gioco. "Merito di Pioli, il Milan riesce a difendere bene, si è visto anche contro il Napoli oltre che contro di noi. Abbiamo sofferto anche perchè nella fase di possesso, che è il nostro forte, abbiamo avuto difficoltà". Thiago Motta poi si sofferma anche sull'assegnazione o meno di rigori che una volta difficilmente venivano concessi e che adesso vengono richiesti. "Prima si permetteva di più, era diverso. Vent'anni fa c'erano entrate molto pericolose, ora però siamo sull'altro estremo, dobbiamo secondo me trovare un equilibrio, una via di mezzo. Per me dobbiamo prendere come esempio il calcio inglese, fatto non solo di bel gioco ma anche di interventi, ogni tanto si arriva in ritardo sul pallone ma non è per cattiveria o per far male. Oggi siamo all'altro estremo, se io tocco un avversario, se gli pesto l'unghia è fallo…non è lo spirito del nostro gioco, deve esserci il contatto". Thiago Motta allarga il discorso. "La responsabilità non è solo dell'arbitro, è anche mia nell'allenare nel modo giusto. Iniziamo dal settore giovanile, si guarda troppo al risultato, si è disposti a ogni cosa. Dobbiamo capire il perchè, io per primo come allenatore, ma tutti, anche gli arbitri e voi giornalisti. Bisogna vedere le cose come stanno. Voglio vincere, voglio competere ma sono onesto. I rigorini, i mezzi rigori…si discute ma dobbiamo andare oltre per capire perchè stiamo andando verso questo estremo". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). mf/ari/red 19-Apr-23 15:33

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Migranti, Schifani “Non avrei usato parole Lollobrigida”

Articolo successivo

Green Jobs, giovani e formazione

0  0,00