Censis-Lottomatica: «Sempre più italiani scelgono il gioco legale»

2 minuti di lettura
lottomatica

Italiani popolo di santi, poeti, navigatori e… di giocatori: per tutto il giorno e per tutto l’anno, dalle scommesse e alle lotterie, sia quelle legali sia quelle clandestine. Anche se nella coscienza popolare emerge sempre più l’importanza di giocare pulito e regolare. La maggioranza dei cittadini considera, infatti, decisiva e rassicurante la presenza dello Stato ed essenziale quello dei concessionari per garantire un sistema sicuro e controllato del gioco legale che faccia da argine a quello illegale. E’ significativa, in tal senso, la ripresa della raccolta delle puntate da parte dello Stato. Ciò emerge dal secondo Rapporto Lottomatica-Censis dal titolo “Il Gioco legale in Italia. Il valore sociale ed economico del gioco” presentato al Senato.

L’indagine approfondisce il significato sociale e le funzioni del settore del gioco legale in Italia, un’attività di massa che coinvolge milioni di persone e che rappresenta un segmento economico del Paese che genera imprese, occupati e proventi fiscali. Sette italiani su dieci definiscono il gioco un’attitudine umana, cinque hanno praticato uno o più tipi di gioco legale nel corso dell’ultimo anno. Quasi 23 milioni di italiani, quindi, dichiarano di avere giocato almeno una volta negli ultimi dodici mesi. La transizione accelerata ai servizi digitali ha significato anche per il gioco la diffusione delle attività in rete e tra coloro che hanno giocato legalmente nel corso dell’anno, al 56,4% è capitato di farlo anche a distanza.

Si consolida quindi tra gli italiani l’idea che il gioco legale sia una risorsa da valorizzare dal punto di vista economico e sociale. Il 77 per cento della popolazione (oltre l’80 tra i giovani) apprezza che sia una forma di intrattenimento, ma vuole che diventi un antidoto all’illegalità. Da non sottovalutare la dimensione economica che si condensa nel volume d’affari che il gioco legale attiva, nella filiera di imprese con relativa occupazione, nella creazione di benefici per la fiscalità a supporto della spesa pubblica. Per questo più della metà degli italiani è convinta che un approccio restrittivo al gioco legale ridurrebbe il numero di cittadini che gioca legalmente, ma aumenterebbe il numero di persone che gioca illegalmente, a beneficio della criminalità. Il 68,8% degli italiani è anche contrario a una riduzione dei luoghi fisici in cui è possibile giocare legalmente, poiché provocherebbe il trasferimento dei giocatori in luoghi non controllati.

«Il gioco legale ha valore sociale perché è un’attività di massa che coinvolge milioni di italiani che si divertono e inseguono, anche solo per un momento, un sogno e ha valore economico perché alimenta un sistema fatto di imprese, lavoratori ed entrate per lo Stato – commenta Giuseppe De Rita, presidente del Censis – gli italiani chiedono di poter giocare in tranquillità e sicurezza all’interno di un sistema in cui lo Stato deve stabilire il perimetro entro cui giocare e i concessionari lo devono far rispettare».

Secondo Mario Lollobrigida, direttore centrale Giochi dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: «È fondamentale definire un sistema legale per l’allocazione dei punti di gioco. In questa prospettiva il gestore diventa anche un presidio di legalità sul territorio. Auspico, pertanto, che nella delega fiscale vengano individuate regole condivise attraverso il dialogo con gli enti locali».

Per Guglielmo Angelozzi, amministratore delegato di Lottomatica «dal secondo Rapporto che abbiamo elaborato insieme al Censis emerge con chiarezza il valore sociale ed economico del gioco legale, che rappresenta sempre più un asset di riferimento per il Paese. Gli italiani considerano decisivo il ruolo dello Stato e l’attività dei concessionari e ritengono che una riduzione del gioco legale rafforzerebbe quello illegale. Continueremo, quindi, a garantire il nostro massimo impegno per assicurare le giuste regole in materia, nella consapevolezza di svolgere una funzione utile allo sviluppo occupazionale e imprenditoriale».

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Milano Pride, Rosa Chemical: “Io qui per mandare messaggio di amore e libertà” – Video

Articolo successivo

Ucraina, Kiev: “Avanziamo su più fronti a est”

0  0,00