Guardiola “Davanti sfida enorme. Bernardo Silva? Voglio che resti”

2 minuti di lettura

"Se il Barcellona lo vuole venga qui e faccia un'offerta adeguata" MANCHESTER (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Vincere è difficile, confermarsi lo è ancora di più, specie dopo una stagione dove hai vinto tutto. Il Manchester City, dopo lo storico 'Triplete', riparte dall'Arsenal e dal Community Shield in palio domenica. "Cosa mi aspetto dai miai giocatori? Non so, vedremo – le parole di Pep Guardiola – All'inizio di ogni stagione pensiamo magari che non siano pronti e invece dimostrano di esserlo. Penso che nella prima parte di stagione ci saranno alti e bassi, dobbiamo provare a evitare di perdere troppi punti o di lasciare scappare le rivali in Premier. Ma a parte Kovacic che è appena arrivato, conosco i miei ragazzi abbastanza bene, so che sono competitivi in modo incredibile, si stimoleranno l'uno con l'altro e sono sicuro che risponderanno presente". Primo rivale in una gara ufficiale l'Arsenal, a lungo in lotta col City nella scorsa Premier e uscito rafforzato dal mercato. "Non hanno preso giocatori per allargare la rosa, hanno preso dei titolari e non potevo aspettarmi altrimenti. Lo ha fatto l'Arsenal, lo ha fatto lo United, lo farà anche il Liverpool viste le partenze di Fabinho ed Henderson, ogni stagione tutte le squadre vogliono migliorarsi. Rice? Ha scelto l'Arsenal e gli auguro tutto il meglio, l'Arsenal ha preso un ottimo giocatore", replica Guardiola riferendosi al fatto che anche il City era sul centrocampista. Ma i Gunners non saranno gli unici rivali. "L'Arsenal è una grandissima squadra sin dai tempi di Wenger, che ha cambiato tante cose nel calcio inglese, la sua influenza è stata enorme. E Arteta li sta riportando dov'erano. Ma non saranno solo una o due squadre a sfidarci, ce ne saranno tante che lotteranno per tutto – sottolinea ancora il tecnico catalano – Abbiamo davanti una sfida enorme. Innanzitutto dal punto di vista mentale: come possiamo crescere come squadra? Quanto siamo affamati, quanta voglia abbiamo di difendere ciò che abbiamo vinto? Lo vedremo nell'arco dei prossimi 11 mesi, durante i momenti complicati. Penso che avremo più ostacoli che mai, quindi conterà come li supereremo". Ma anche se la stagione sta per partire, il mercato non è finito, anzi. Due i giocatori del City oggetto di voci: Walker, accostato al Bayern, e Bernardo Silva, nel mirino del Barcellona. "Sono importantissimi per noi, vogliamo che restino e faremo di tutto per trattenerli. Abbiamo già perso due giocatori incredibili (Gundogan e Mahrez, ndr), sarebbe dura perdere anche loro", ribatte Guardiola. "Non voglio alcun giocatore che non voglia stare qui, voglio lavorare con chi vuole restare e lavorare con questo staff e gli altri calciatori. Ma deve esserci anche un'offerta adeguata – avverte – Se il Barcellona vuole Bernardo Silva, prenda un aereo, venga a parlare col nostro ds per cercare un accordo. Quando noi dobbiamo comprare qualcuno, ci vengono chiesti 10-15 milioni di sterline in più rispetto agli altri club per cui se qualcuno vuole un nostro giocatore faccia prima un'offerta e nel caso di Bernardo Silva questo non è ancora successo". In entrata, invece, ecco dopo Kovacic un altro croato, Gvardiol. "Ha un bellissimo cognome – scherza il quasi omonimo Guardiola – Sta facendo le visite mediche, speriamo di chiudere nelle prossime ore, nei prossimi giorni. Se arriveranno altri giocatori? Non so, penso che dovremo fare qualcos'altro, non è ancora finita". – foto Image – (ITALPRESS). glb/red 04-Ago-23 15:37

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Riscaldamento globale, a rischio la barriera corallina della Florida

Articolo successivo

Guardiola “Davanti sfida enorme. Bernardo Silva? Voglio che resti”

0  0,00