Musk Vs Zuckerberg, si sfideranno in Italia. Dove sarà

Elon Musk ha fornito alcuni dettagli sul “combattimento” con Mark Zuckerberg, proprietario di Meta. Lo scontro dovrebbe svolgersi in Italia.

La rivalità tra i due c’è sempre stata, ma è arrivata alle stelle nonappena Zuckerberg ha annunciato che la sua azienda stava lavorando a Threads, una piattaforma simile a Twitter.
Ed ecco che Musk ha rizzato le penne ed ha pubblicato questo tweet: «Io sono pronto a battermi, se ci sta anche lui» e Zuckerberg ha accettato l’invito ed ha replicato nelle sue Instagram stories: «Dimmi dove».

Da quel momento si è tornati più volte a parlare del presunto combattimento, anche con toni piuttosto scherzosi, ma non sono ancora stati diffusi dettagli concreti riguardo alla data o al luogo in cui questo dovrebbe tenersi.

Musk, forse per provocazione, ha rivelato di essersi accordato con la Premier, Giorgia Meloni, e con il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano e con loro avrebbe concordato una “location epica”. Stando ai suo tweet, l’evento dovrebbe avere come tema centrale l’antica Roma, in modo da «elogiare il passato e il presente dell’Italia»

Il commento di Zuckerberg non si è fatto attendere, tanto che il giorno dopo ha dichiarato che l’incontro non è ancora stato concordato e che, quanto dichiarato da Musk, sia tutta una farsa. “Quando accetterà per davvero una data, lo saprete da me”, ha scritto il proprietario di Meta.

Intanto però, le supposizioni continuano, specialmente sul luogo dello scontro.
A tal proposito, il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, ha dichiarato: “Ho parlato col ministro Sangiuliano e mi ha assicurato che del Colosseo non se ne parla. Se proprio devono fare un match, andassero al Palazzo dello Sport dell’Eur, anche quello è un quartiere storico della Capitale. O allo stadio Olimpico.”

Non sono mancate poi le polemiche sul combattimento che vede come sfidanti i due miliardari.
Gasparri ha commentato così la sfida tra Musk e Zuckerberg: “Si facessero prima un giretto all’Agenzia delle Entrate, pagassero l’enormità di tasse che devono per i loro giganteschi guadagni sul web e poi prometto che faremo loro visitare i monumenti che vogliono. Ma secondo me è tutta una finta”.

In effetti ancora non sono stati pubblicati dei dettagli che facciano credere il contrario, ma solo supposizioni su dove si dovrebbe tenere lo scontro.
Prima Roma, poi Napoli, Ponza, Verona, adesso si pensa anche a Parigi, ma poco importa in confronto al gioco di comunicazione che c’è dietro.

Ebbene sì, nel mentre tutti si sono concentrati su dove si farà e chi vincerà lo scontro, Musk e Zuckerberg hanno già vinto per l’hype creato attorno alla vicenda. Tutto il mondo ha parlato di loro e ne continuerà a parlare e questo può solo che giovare ai due miliardari perché il web è tutta una questione di views.
Noi stiamo solo facendo il loro gioco, inconsapevoli di averli già portati alla vittoria.

0  0,00