Migranti, Mattarella: “Italia e Germania sapranno collaborare”

2 minuti di lettura

(Adnkronos) – Della questione dell’accoglienza dei migranti da parte della Germania, “stanno discutendo i ministri dell’Interno di Roma e Berlino e sono sicuro che troveranno certamente una soluzione collaborativa, come è sempre avvenuto e come avviene abitualmente tra Germania e Italia”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione dell’incontro stampa congiunto con l’omologo tedesco Frank-Walter Steinmeier. 

“Quello che è emerso nei colloqui tra il Presidente Steinmeier e me -ha proseguito il Capo dello Stato- è la perfetta omogeneità di valutazione del fenomeno migratorio che non colpisce soltanto l’Italia, colpisce anche la Germania con altre rotte che non attraversano il Mediterraneo ma l’Europa continentale e altre parti del mondo. Il fenomeno è globale”.  

“Abbiamo entrambi la percezione che è un fenomeno epocale globale, che va governato con visione del futuro, non con provvedimenti improvvisati o tampone che risolvono qualche occasione temporanea, ma che esaminino e affrontino il problema con una visione del futuro coraggiosa e nuova rispetto ad un fenomeno così grande. Ma su questo l’operatività è rimessa ai Governi, non è rimessa né al Presidente Steinmeier né a me”.  

Mattarella e Steinmeier hanno visitato a Piazza Armerina all’Associazione ‘Don Bosco 2000’ che si occupa di accoglienza ed integrazione. n’esperienza messa in campo, ha ricordato appunto il Capo dello Stato italiano, “non soltanto per accogliere migranti, pervenuti attraverso le sofferenze indicibili dei viaggi nei loro Paesi attraverso il deserto, attraverso la Libia, ma accoglierli integrandoli, inserendoli in progetti di crescita e di realizzazione personale, incentivando, attraverso di loro, programmi nei Paesi di origine, perché i giovani di quei luoghi, trasferendo loro alcune esperienze, alcune competenze che qui hanno acquisito, possano lì, come sta avvenendo, assumere e organizzare attività professionali, di attività economica, per poter crescere lì, migliorando lì, e creando aspettative e opportunità di vita positiva nei luoghi in cui vivono e in cui resterebbero volentieri se non fossero spinti dalla fame, dalla miseria, dalla difficoltà, dalle guerre civili, dalle persecuzioni, dall’intolleranza o dal terrorismo”.  

 

“Se si guardano i recenti arrivi l’Italia e la Germania sono i Paesi che sono più colpiti dagli aumenti degli arrivi degli ultimi mesi”, ha detto il presidente tedesco. “Per quanto riguarda il meccanismo volontario di solidarietà, voglio ricordare che la Germania è stato il Paese che ha accolto il maggior numero di profughi anche dall’Italia”, ha detto ancora il presidente tedesco.  

Poi ad una domanda riguardo alla decisione della Germani di sospendere la selezione dei migranti in arrivo dall’Italia ha risposto: “noi abbiamo attivato il meccanismo volontario di soldarietà supponendo che Dublino andasse avanti”. “Ci saranno delle discussioni su come poter gestire questo conflitto che vale solo per la parte volontaria del meccanismo di solidarietà – ha aggiunto – ci devono essere degli avvicinamenti e io sono sicuro che i ministri si adopereranno in questo senso”. Steinmeier ha ricordato che nei primi sei mesi di quest’anno sono state presentate in Germania 162mila richieste d’asilo, “oltre un terzo di quelle presentate in Europa”.  

Steinmeier ha rivolto infine un appello “a tutte le forze della Libia per fare in modo che, soprattutto in questa situazione, possano fare riferimento a ciò che li unisce. E sulla “situazione gravissima in Libia dopo la drammatica alluvione”, ha espresso l’auspicio che “la catastrofe terribile sia un campanello d’allarme per fare in modo” che il Paese possa avere “pace e stabilità”. “E’ davvero il momento – ha detto – di superare i fossati, di trovare dei percorsi in Libia per la riconciliazione” e “per riportare la pace”. 

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Musk cerca volontari per chip nel cervello. E Calenda ‘candida’ Salvini

Articolo successivo

Brescia, camion si scontra con auto e precipita su ferrovia: morto – Video

0  0,00