Svolta in Serie D: dal 2024 obbligo di tre under in campo

1 minuto di lettura

Decisione presa a seguito del cambiamento della norma sul vincolo e delle variazioni regolamentari dei campionati giovanili professionistici. ROMA (ITALPRESS) – Riunione a Roma per 101 club della Lega Nazionale Dilettanti. L'incontro è stato condotto dal presidente LND, Giancarlo Abete, e dal coordinatore del dipartimento interregionale Luigi Barbiero. La notizia di copertina riguarda un cambiamento molto importante: per la prima volta in Serie D il numero degli under da schierare obbligatoriamente in campo passa da quattro a tre per le stagioni 2024/2025 e 2025/2026. Una decisione presa in condivisione con le società a seguito del cambiamento della norma sul vincolo e delle variazioni regolamentari dei campionati giovanili professionistici. In apertura dell'evento, Abete e Barbiero hanno posto l'accento sul grande impegno del Consiglio Direttivo della Lnd per attenuare la portata della legge riguardante la riforma del lavoro sportivo. "L'impatto sulla Lega Nazionale Dilettanti è stato forte, ma ce lo aspettavamo – ha spiegato Abete -. Dobbiamo capire quali siano i correttivi da applicare". Il presidente della LND ha anche sottolineato l'importanza della Serie D all'interno del calcio italiano: "La Serie D ha sempre avuto un ruolo centrale sia all'interno della Lega Nazionale Dilettanti sia in tutto il sistema sportivo. Dopo il venir meno della Serie C2, è divenuta il quarto livello del calcio. Si tratta di qualcosa di significativo". Poi l'annuncio di Barbiero: "Il Dipartimento Interregionale, prima di prendere un provvedimento, ha coinvolto tutte le società. È emersa la necessità di non creare un'annualità doppia riguardo l'utilizzo dei giovani per non sovrapporci con i club professionistici. Così nelle stagioni 2024/2025 e 2025/2026 saranno tre gli under obbligatori da schierare in campo: un 2004, 2005 e 2006 per il prossimo campionato ed un 2005, 2006 e 2007 per quello successivo". – foto spf/Italpress – (ITALPRESS). spf/glb/red 04-Dic-23 16:51

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Formazione, a Modena premiati vincitori progetto B-education promosso da Bper

Articolo successivo

Barelli “No a partiti non europeisti in maggioranza con noi”

0  0,00