Calcio: Razzismo. Abodi “Fuori da stadi chi non comprende regole gioco”

1 minuto di lettura

"Non può esserci atteggiamento diverso dell'assoluta condanna", dice il ministro per lo Sport ROMA (ITALPRESS) – "Chi non comprende le regole del gioco deve uscire dallo stadio. Dopo il caso Maignan è stato costituito un gruppo di lavoro che sta studiando la struttura del Daspo, valutandone la tracciabilità nei documenti personali dei soggetti coinvolti. Daspo, poi, da associare anche a un recupero delle persone che incorrono in certi errori". Così Andrea Abodi, ministro per lo Sport e per i Giovani, rispondendo all'interrogazione alla Camera sul tema del razzismo. "Va perseguito il ritiro del gradimento di certi soggetti coinvolti, ma questo è un compito che spetta a leghe, club e federazioni. Non può esserci atteggiamento diverso dell'assoluta condanna. E non c'è una scala di valori tra una discriminazione razziale e una territoriale". Infine Abodi ha proposto l'istituzione per il 2 febbraio di ogni anno, della 'giornata contro la violenza negli stadi' dedicata all'ispettore Filippo Raciti, affinché rappresenti un momento di riflessione sul fenomeno". – foto Ipa Agency – (ITALPRESS). spf/ari/red 27-Feb-24 12:21

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Maldarizzi: “Non siamo indagati. Il provvedimento tutela la società”

Articolo successivo

Nei tunnel di Gaza la caccia al leader di Hamas, tra incognita ostaggi e rischio di ‘vittoria diversa’

0  0,00