Biennale Venezia, Zabotti: ‘Dimensione affettiva di ‘Sestante domestico’ permette di parlare a tutti’

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – “Ciò che vogliamo comunicare è la possibilità di lasciare da parte per un attimo la dimensione geografica e sociale e dedicarci alla ricerca della dimensione affettiva, che permette di rivolgersi a tutti”. Così la curatrice del Padiglione Venezia Giovanna Zabotti, a margine della conferenza stampa di presentazione di “Sestante domestico” l’allestimento del Padiglione Venezia in occasione della 60^ Esposizione internazionale d’arte della Biennale di Venezia, firmato da Zabotti e sostenuto da Bper Banca quale main partner.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Biennale Venezia, sindaco Brugnaro: “Padiglione Venezia ha da anni successo con curatrice Zabotti”

Articolo successivo

Cannabis, l’esperto: “Legalizzarla aumenta del 25% consumo in under 18”

0  0,00