Pnrr, Gentiloni: “2026 scadenza molto rigida”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – La scadenza del 2026 per la Recovery and Resilience Facility, cuore di Next Generation Eu, è “molto rigida”. Non per volere della Commissione europea, ma degli “Stati membri” dell’Ue, che così l’hanno voluta nel 2020, quando hanno approvato il Recovery Plan, poi declinato nei vari Pnrr nazionali. A ricordare ancora una volta che le speranze in una proroga dei termini del piano rischiano di essere mal riposte è stato il commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni, a Lussemburgo a margine dell’Eurogruppo.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Financial Forum 2024, dialogo tra le personalità della finanza per sviluppare nuove strategie di business a favore delle imprese

Articolo successivo

Def, Gentiloni: “Ue apprezza prudenza decisioni”

0  0,00