Tennis: Dopo 4 mesi Nardi lascia coach Galimberti e torna a Pesaro

1 minuto di lettura

Il 20enne marchigiano era approdato al Queen's Club di Cattolica a fine novembre 2023 ROMA (ITALPRESS) – Si conclude dopo quattro mesi il rapporto di collaborazione tecnica tra il giocatore Luca Nardi e la Galimberti Tennis Academy. A partire dal 10 aprile, infatti, il 20enne di Pesaro non si allena più nella struttura di Cattolica diretta da coach Giorgio Galimberti. Nardi era approdato al Queen's Club di Cattolica a fine novembre 2023, il 9 dicembre l'ufficializzazione con una conferenza stampa congiunta con lo stesso Luca Nardi e il nuovo team di lavoro. In questi quattro mesi di lavoro il Next Gen azzurro ha raggiunto la finale nel Challenger Atp di Chennai, ha vinto il Challenger Atp di Napoli, ma soprattutto ha raggiunto il 3° turno nel Masters 1000 di Indian Wells eliminando il numero 1 del mondo Novak Djokovic. "Luca Nardi ha espresso il desiderio di tornare ad allenarsi con il suo primo allenatore Francesco Sani al Circolo Baratoff di Pesaro e noi come Academy gli auguriamo le migliori fortune – sottolinea il tecnico nazionale Giorgio Galimberti -. Quando è arrivato al Queen's Nardi era n.118 della classifica mondiale, abbiamo lavorato intensamente in questi mesi, nemmeno troppo fortunati visto l'infortunio alla caviglia che ha condizionato la prima parte di questo lavoro". "Ciononostante – prosegue Galimberti – sono arrivati risultati importanti, a iniziare dalla vittoria contro il numero 1 del mondo, Novak Djokovic, che hanno proiettato Luca al best ranking in carriera al numero 75 Atp, abbattendo così il muro dei primi 100 del mondo che era il suo obiettivo sin dal 2023 e che ora ha raggiunto. Non possiamo che ritenerci soddisfatti del lavoro svolto insieme". – foto Ipa Agency – (ITALPRESS). ari/com 12-Apr-24 09:28

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cresce la filiera dell’abbigliamento in Puglia

Articolo successivo

Aborto, una delegazione di Pro Vita & Famiglia a Bruxelles durante il voto dell’Eurocamera per inserire la pratica tra i diritti fondamentali Ue

0  0,00