Djokovic n.1 Atp per la 421^ settimana, Sinner saldo al 2° posto

1 minuto di lettura

Il serbo comanda il ranking, risale Tsitsipas, Napolitano mai così in alto ROMA (ITALPRESS) – Oltre a Jannik Sinner tornato in semifinale a Montecarlo per il secondo anno consecutivo, c'è un altro italiano che si prende la copertina questa settimana. E' Stefano Napolitano che ha vinto il Challenger di Madrid senza perdere un set. Nel suo percorso ha eliminato il lituano Vilius Gaubas, il ceco Vit Kopriva, lo svizzero Marc-Andrea Huesler, il kazako Mikhail Kukushkin e in finale l'altro svizzero svizzero Leandro Riedi. Primo italiano nell'albo d'oro del torneo e secondo in finale dopo Stefano Pescosolido battuto in doppio nel 1999, Napolitano ha festeggiato il terzo successo nei challenger e ha guadagnato così 33 posizioni in classifica. Questa settimana è numero 125 del mondo, il suo nuovo best ranking: finora non era mai entrato in Top 150. Tra i Top 100 azzurri, chi ha guadagnato più posizioni è Lorenzo Sonego (51, +6) che però ancora non ha vinto due partite di fila nello stesso torneo. Guardando al ranking ATP nel suo complesso, Novak Djokovic inizia la settimana numero 421 da numero 1 del mondo. Il serbo ha staccato Sinner, ora distante 1.285 punti ma saldamente al secondo posto. Tra i primi dieci, gli unici a guadagnare posizioni rispetto alla scorsa settimana sono i protagonisti della finale di Montecarlo. Il campione Stefanos Tsitsipas, tornato in Top 10 dopo otto settimane di assenza, è numero 7. Casper Ruud, sconfitto in finale e ancora senza titoli all'attivo in tornei di categoria superiore agli ATP 250, è salito alla posizione numero 6, la più alta che abbia occupato da settembre 2023. – Foto Ipa Agency – (ITALPRESS). mc/com 15-Apr-24 10:53

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

12 fiorettiste azzurre in gara in Coppa del Mondo a Tbilisi

Articolo successivo

A febbraio in rialzo debito pubblico ed entrate fiscali

0  0,00