A Brescia torna la Festa dell’Opera, la città per un giorno diventa teatro a cielo aperto

3 minuti di lettura

(Adnkronos) – Sabato 8 giugno torna il grande evento che dal 2012 fa di Brescia la città dell’Opera, contrassegnandola come un unicum a livello nazionale. La Festa dell’Opera ogni anno trasforma il tessuto urbano cittadino in un teatro a cielo aperto, con oltre 50 eventi, tutti a partecipazione gratuita, centinaia di artisti e decine di luoghi pubblici e privati che, in un sol giorno, dall’alba alla mezzanotte, vengono travolti e trasformati dal fascino dell’Opera. Un progetto, ideato e organizzato dalla Fondazione del Teatro Grande di Brescia, che ha la capacità di portare l’alto prestigio artistico del Massimo cittadino anche fuori dai luoghi tradizionalmente deputati allo svolgimento dello spettacolo dal vivo. 

La forte capacità attrattiva della Festa consente, inoltre, di avvicinare alla musica e all’Opera nuovo pubblico e di incoraggiare una maggiore partecipazione alla vita culturale e sociale del territorio. Per questi motivi, Festa dell’Opera è stata insignita del prestigioso Premio Filippo Siebaneck nell’ambito dei Premi Franco Abbiati della critica musicale italiana e nel 2024 è stata riconosciuta dal ministero della Cultura come uno dei ‘Progetti Speciali per gli anniversari pucciniani’ della categoria Musica. 

Questa iniziativa si distingue anche per la capacità di unire la musica con la scoperta del patrimonio culturale, un binomio che richiama non solo la platea cittadina, ma anche quella turistica: i saloni affrescati dei palazzi storici della città si alterneranno agli spazi più spirituali delle chiese cittadine, cedendo il passo a cortili, terrazze, piazze, ma anche luoghi del sociale, parchi e stazioni della metropolitana che accoglieranno concerti, recital di canto, spettacoli e incontri, aprendosi a volte al pubblico per la prima volta. La Festa entra nella quotidianità cittadina unendo spazi pubblici e storie private per rafforzare il senso di appartenenza a una unica comunità che costituisce l’eredità più autentica e preziosa di Bergamo Brescia 2023. 

Attraverso un ricco e articolato palinsesto, che si svilupperà anche nella giornata di anteprima di venerdì 7 giugno, la Festa dell’Opera offrirà agli spettatori una rinnovata occasione per scoprire Brescia da nuovi e inaspettati punti di vista. Il clima della Festa sarà ancora più sentito grazie alle numerose collaborazioni che di anno in anno si rinnovano e si rafforzano, coinvolgendo le attività economiche del territorio in azioni specifiche che toccano negozi, ristoranti, ma anche mezzi di trasporto della città per diffondere il clima della Festa su tutto il territorio. 

Da sempre sensibile alla sostenibilità ambientale, la Fondazione del Teatro Grande rinnova l’invito agli spettatori per raggiungere in bicicletta o con i mezzi pubblici gli eventi della Festa dell’Opera. La collaborazione con il Gruppo Brescia Mobilità porterà nelle stazioni cittadine della metropolitana di Brescia una filodiffusione di arie d’opera che si potrà ascoltare in tutte le stazioni della rete nei giorni 7 e 8 giugno. Con BiciBrescia sarà allestito in prossimità degli eventi della Festa un apposito spazio dove poter effettuare controllo gomme e manutenzione tecnica delle bici in caso di bisogno. In collaborazione con BiciBrescia, Brescia Mobilità e Fiab Brescia ‘Amici della Bici Brescia’ verrà inoltre riproposto l’evento Opera Bike, che proporrà un piacevole tour in bicicletta tra le vie della città in compagnia dei cantanti della Festa. 

Si rinnova e si amplia in termini di contenuti la collaborazione con il Duc (Distretto Urbano del Commercio). Circa 300 esercizi commerciali della città si trasformeranno in altrettanti Opera Point che venerdì 7 e sabato 8 giugno avranno a loro disposizione dei gadget personalizzati di Festa dell’Opera da omaggiare alla propria clientela, dando vita così a una vera e propria rete di attività connesse con il mondo dell’Opera in tutto il centro storico. Il Distretto Urbano del Commercio collaborerà da quest’anno anche per il progetto ‘Con l’opera si mangia’: insieme ad Ambasciatori dei Sapori e a Brescia nel Piatto verranno infatti coinvolti ristoranti, botteghe, caffé e punti di ristoro della città nella creazione di speciali menù, cocktail, dolci e pietanze dedicati all’Opera. 

Sabato 8 giugno anche il Caffè del Teatro Grande – Berlucchi sarà aperto dalle ore 10.00 alle ore 20.00 negli spazi del Ridotto del Teatro Grande e, come da tradizione, esporrà la speciale bottiglia che ogni anno l’azienda Guido Berlucchi realizza in esclusiva per la Festa dell’Opera. Durante la giornata, i frequentatori del Caffè del Teatro Grande – Berlucchi avranno la possibilità di assistere agli ‘Assaggi d’opera’, cinque diversi interventi musicali (ore 10.30, 12.30, 16.45, 18.30, 19.15) che vedranno due pianiste alternarsi per accompagnare alcune giovani voci del Conservatorio Luca Marenzio di Brescia. 

Con gli enti locali di promozione turistica, in particolare con Visit Brescia (www.visitbrescia.it) e l’Ufficio Turismo del Comune di Brescia, verranno realizzate azioni di comunicazione congiunte al fine di raggiungere e coinvolgere il turismo italiano e internazionale, con particolare attenzione al bacino turistico dei laghi bresciani e al turismo di prossimità. 

Il calore con cui la città accoglie ogni anno la Festa dell’Opera si evince anche dalla numerosa partecipazione di persone che, a titolo volontario, desiderano partecipare alla realizzazione di questo grande evento: la call lanciata dall’Associazione Volontari per Brescia, che collabora con la Fondazione del Teatro Grande su questo fronte, ha registrato grande partecipazione. L’edizione 2024 di Festa dell’Opera è realizzata con il sostegno del Comune di Brescia e del ministero della Cultura. Informazioni aggiornate sul programma (anche in caso di maltempo) saranno rese disponibili in tempo reale sul sito www.festadellopera.it. 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Gasperini: “Sono legato all’Atalanta e lo sarò ancora”

Articolo successivo

Rafah, Mezzaluna Rossa: “Molte vittime in attacco vicino a quartier generale Onu”

0  0,00