Christine e Kavanaugh. Se lo stupratore (nell’82) è un pro-life

Ormai per molti accusatori è un tema di “confessioni postume”. Donne che prima accettano le vessazioni sessuali per fare carriera, poi 30 anni dopo, si ricordano della violenza e denunciano gli orchi. Donne che protestano contro gli uomini per definizione, rispolverando un tardo-femminismo che sembrava consegnato alla storia, spesso ad uso e consumo della politica […]

Continua a leggere