Icone sinistre. Dopo Greta e Carola, torna Daisy

Non c’è due senza tre. La sinistra mediatica, culturale e politica da anni è alla disperata ricerca di una nuova icona, di un papa straniero, per ringalluzzire truppe, divise, stanche, senza più riferimenti precisi e aggreganti. E spesso si imbatte in vere disavventure. Ci ha provato con Greta, per mettere insieme populismo “moralmente giusto” ed […]

Continua a leggere