Addio a Lando Fiorini, maestro della canzone romana

Cronaca Musica

Il cantante Lando Fiorini é morto a Roma all’età di 79 anni. Interprete dei grandi classici della tradizione musicale romana, é stato protagonista in tv, partecipando a numerosi varietà, e a teatro con  musical di successo.

Partecipa con successo al Cantagiro all’inizio degli anni Sessanta (terzo posto dopo Celentano e Don Backy) e nel 1962 sale sul palcoscenico del Teatro Sistina, tempio del musical, nel ruolo del Serenante nella prima edizione del celebre Rugantino di Garinei e Giovannini. La sua Ciumachella de Trastevere piace al pubblico, il musical va in trasferta negli Stati Uniti e Fiorini diventa, per gli americani, “il nuovo Claudio Villa”.

Tra i suoi album  Roma mia nel ’63, Passeggiate romane nel ’65, Roma sei sempre tu nel ’66. Partecipa a Canzonissima e Un disco per l’estate e al cinema compare in Storia di fifa e di coltello – Er seguito der più con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia (la parodia di Er più – Storia d’amore e di coltello di e con Adriano Celentano).

Nel 1968 fonda il Puff, uno dei più famosi cabaret italiani, nel cuore di Trastevere, sold out ogni sera. 

In televisione nel 1972 gira a Torino Ciao, torno subito, una serie in quattro puntate con Toni Ucci, Rod Licary e Ombretta De Carlo. Ed è un cult dell’epoca la sua cover di Cento campane, sigla dello sceneggiato Il segno del comando cantata da Nico Tirone, con la quale Fiorini qualche anno dopo parteciperà a Canzonissima, mentre nel ’74 porterà in finale, a Un disco per l’estate, Er monno, che si aggiunge ai suoi grande successi come Barcarolo romanoPupo biondoPonte molloSo’ stato er primo a fatte di’ de sì.

Con la scomparsa di Fiorini se ne va un interprete che attraverso le sue canzoni ha saputo raccontare la romanità più  disincantata, colta e generosa.

 

 

Condividi!

Tagged