Buran: arriva il grande freddo, quanto durerà e quando lascerà l’Italia

In Rilievo

Il freddo siberiano è arrivato ma quanto durerà? Di sicuro scoppierà domenica in tutta l’Italia dove a un calo delle temperature dovuto al normale svolgersi dell’inverno, si affiancherà Buran, un vento gelido che con la neve creerà un mix micidiale.

Le ultime volte in cui il Buran ha raggiunto l’Italia? Nel febbraio del 1991 e del 1996. Prima di queste due date altre volte era già successo, ma si parla di prove storiche risalenti a moltissimi anni fa, come nel 1929 e nel 1956

Intanto è scesa la pioggia al centro-sud e la neve al Nord. Antonio Sanò, direttore di iLMeteo.it lancia l’allerta termica ha anticipato che il vento gelido siberiano farà precipitare drasticamente le temperature che da lunedì potranno misurare valori sottozero o 0° anche di giorno, mentre di notte si scenderanno fino a -10/-14° sulla Pianura padana.

Già le temperature in Piemonte, Lombardia, Liguria, moderata in Emilia Romagna. Entro sera neve fin sulle coste di Marche, Abruzzo, Molise. Neve in Toscana e Umbria fino in pianura, a 500 metri sul Lazio, oltre gli 800 metri al Sud.

L’apice del freddo si registrerà intorno al 23-24-25 febbraio, dopo altre correnti porteranno via il Burian e lasceranno spazio alla primavera.

ALTRE INFO DA METEO.IT

NORD AL GHIACCIO – Da brividi le temperature sulle regioni settentrionali. Valori massimi che non andranno oltre lo zero su molte zone, ma che in alcune città se ne staranno al di sotto. Minime ampiamente sotto zero con misure vicine ai -10° su gran parte della Pianura padana, -13° a Torino, -15° ad Aosta.

GELO AL CENTRO – Non sono da meno le regioni centrali. Basti dire che il valore più alto di giorno lo misurerà Roma con soli 5°, Ancona -1, Firenze 1°.

FREDDO AL SUD – L’effetto del Burian si farà sentire meno su questo settore: 8° di massima a Napoli e Catanzaro, 0° a Potenza. Valori più alti in Sicilia. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it sottolinea che da Mercoledì 28 il Burian lascerà gradualmente l’Italia, nel frattempo una perturbazione atlantica interagirà con l’aria fredda orientale. Giovedì 1° Marzo, inizio della Primavera meteorologica tutto il Nord Italia sarà sotto la neve

 

Condividi!

Tagged