Zingaretti segretario? Solo se a congresso e con primarie

Politica

Il tema non è cambiare il segretario di questo Pd, ma costruire insieme un progetto nuovo per Nicola Zingaretti, sceso in campo pochi giorni fa pensando al futuro del suo partito. “No, a me in assemblea non interessa correre” per la segreteria del Pd: ha detto oggi il Presidente della Regione Lazio in un colloquio con La Stampa.

“In assemblea viene nominato un segretario con una maggioranza diversa da quella attuale, a me casomai può interessare correre al congresso normale con le primarie”, ha spiegato il governatore del Lazio. “Si è aperto un percorso di confronto vero ed è un bene“, ha detto Zingaretti commentando la relazione di Martina in direzione.

Nicola Zingaretti si era già detto pronto a correre per le primarie Pd in un’intervista a Repubblica. “Io mi auguro che ci sia un congresso delle idee e non un referendum tra persone, il mio contributo è nella richiesta ora di affrontare i temi della ricostruzione di un progetto per l’Italia. A volte le nostre regole interne hanno messo in evidenza i nomi e non il dibattito e il confronto. La prima cosa di cui abbiamo bisogno come comunità dem è darci delle regole che riaccendano il confronto e la rigenerazione. Poi vediamo, io non escludo nulla” aveva spiegato meglio il presidente della Regione Lazio a Radio Radio.

Il concetto è chiaro: non esclude nulla nel senso che innanzitutto vorrebbe contribuire con le idee, poi vede tempi, le regole e se ce ne sarà bisogno.

Però una premessa su tutte l’aveva già fatta: “No alle primarie se sono una lotta tra galli”.

Condividi!