Berlusconi Vs M5s, botta e risposta tra Centinaio (Lega) e Ronzulli (Fi)

Politica

Berlusconi fa una battutaccia finale sul M5s dopo le consultazioni col Presidente Mattarella, e subito è botta e risposta tra Centinaio (Lega) e Ronzulli (Fi). 

Il primo a intervenire poco dopo l’infelice uscita capogruppo della Lega Al Senato Gianmarco Centinaio: “I veti non ci piacciono a prescindere dalla provenienza. Non era condiviso e non lo sara’ mai da parte nostra un no al dialogo con il Movimento 5 Stelle, seconda forza politica in Parlamento. Le parole finali di Berlusconi oggi al Colle non rispecchiano la posizione della Lega, ne’ quella del centrodestra che oggi si e’ espresso in maniera unitaria e concordata”.

Apriti cielo. La fedelissima Licia Ronzulli, senatrice di forza Italia, gli ribatte a stretto giro in serata: “Quando Silvio Berlusconi parla della necessità di “distinguere chi è veramente democratico da chi non conosce l’ ABC della democrazia”, rivolge semplicemente un monito a tutti coloro che continuano incessantemente nell’operazione di dileggio e di esclusione che non riguarda soltanto lui ma anche i 5 milioni di italiani che si sono riconosciuti in Forza Italia, anziché concentrarsi sulla priorità inderogabile di dare un governo e quindi stabilità al nostro Paese. Prova ne è la dichiarazione congiunta dei tre Leader del centrodestra letta al termine del colloquio con il Capo dello Stato, che invoca in primo luogo direttamente il senso di responsabilità del movimento 5 stelle per una soluzione che consenta di uscire al più presto dalla crisi. Chi vuol rintracciare attacchi personali o veti pregiudiziali sbaglia lettura- prosegue-noi non ne abbiamo mai posti e non cominceremo oggi”.

E dire che al termine della dichiarazione di Salvini, prima del fuori programma di Berlusconi, era andato tutto bene e a Salvini era stato dato il microfono facendo prevalere la logica della coalizione.

Condividi!

Tagged