Sanzioni a Russia, Borghezio (Lega): “Volker si rassegni, le toglieremo”

Interviste

Condividi!

L’Italia non può togliere le sanzioni alla Russia senza subire gravi conseguenze secondo l’inviato speciale dell’amministrazione Trump per l’Ucraina, Kurt Volker. Destinatario del messaggio chiaramente il leader della Lega Matteo Salvini. L’europarlamentare del Carroccio Mario Borghezio intervistato da Lo Speciale rispedisce il messaggio al mittente. In un’intervista al quotidiano La Stampa Volkel spiega: “Dobbiamo garantire che le sanzioni restino in vigore, e magari vengano rafforzate, a causa delle azioni russe. Il secondo elemento da notare è che non sono solo misure italiane, ma europee. L’Ue si è accordata sul quadro e il contenuto delle sanzioni: se l’Italia non le applicasse avrebbe un problema prima di tutto con Bruxelles. Ciò mi rende ottimista, nonostante le posizioni prese dalla Lega, perché sul piano pratico l’Italia non può togliere le misure senza che ci siano gravi conseguenze”.

LEGGI SU LO SPECIALE ANCHE L’INTERVISTA A GIULIO SAPELLI

Onorevole, ha letto le dichiarazioni di Volker?

“Certo, sono inaccettabili e fuori da ogni logica”

Perché?

“Perché il signor Volker non tiene conto che per la prima volta in Italia c’è un leader, aspirante premier, che è pronto a tutelare gli interessi dell’Italia avanti a tutto. Quel leader si chiama Matteo Salvini. Se ne facciano una ragione lui e i suoi amici. Le sue dichiarazioni ci lasciano del tutto indifferenti. Non vanno considerate e rispedite al mittente”.

Però viene posto un problema serio, si dice che Salvini pur volendo non potrebbe togliere le sanzioni a Mosca perché sono europee e ciò esporrebbe l’Italia a serie conseguenze. Non è così?

“Il nostro Paese è fortemente danneggiato dalle assurde ed inutili sanzioni alla Russia che non hanno prodotto alcun effetto. Quindi nell’interesse nazionale vanno tolte. Poi quello che pensa l’Europa è un altro discorso. Noi dobbiamo pensare alle nostre imprese e tutelarle”.

Ma ci possono essere o no le conseguenze paventate da Volker?

“La stella polare di Salvini, oggi leader del centrodestra per volere degli elettori e domani speriamo presidente del Consiglio, sarà sempre e comunque la difesa degli interessi nazionali indipendentemente da ciò che può pensare questa Unione Europea che non ci piace assolutamente. Questa debole Ue non ci spaventa. Se ci saranno conseguenze le affronteremo”.

Intanto però gli Stati Uniti sono pronti ad imporre nuove sanzioni alla Russia per la vicenda siriana. Salvini ha ribadito comunque la sua fedeltà al Patto Atlantico seppur nello spirito di Pratica di Mare? Questo non potrebbe rendere ancora più difficile un’eventuale decisione unilaterale dell’Italia sulle sanzioni?

“Questo non significa che dobbiamo accettare decisioni che vanno contro i nostri interessi. Essere alleati di qualcuno non significa condividere e accettare supinatamente tutto quello che fa. Le sanzioni alla Russia sono inutili e vanno tolte. Si mettano l’animo in pace Volker e compagni. Salvini premier le cancellerà e non saranno certo loro a farci cambiare idea con le minacce”. 

 

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.