Governo, parla Cacciari: “Berlusconi si calmerà. Giusta mossa di Salvini”

Interviste

Fallito il mandato esplorativo di Maria Elisabetta Alberti Casellati per un governo centrodestra-M5S? Non ne è convinto il filosofo Massimo Cacciari intervistato da Lo Speciale. Dopo che nelle prime ore del pomeriggio era sembrato aprirsi un grosso spiraglio nella trattativa come annunciato dallo stesso Matteo Salvini, con la disponibilità di un appoggio esterno di Forza Italia al governo Lega-M5S, e la disponibilità dei grillini ad accettarlo, è arrivata l’ennesima doccia gelata. Gli azzurri hanno bocciato l’ipotesi e Di Maio ha ribadito che non intende sedersi al tavolo con l’intero centrodestra. Al punto che in serata Salvini ha annunciato la volontà di chiedere il pre-incarico. “O la va o la spacca” ha detto il leader leghista. E in casa M5S ovviamente hanno detto no. Il tutto mentre Berlusconi apre ufficialmente al Pd.

LEGGI SU LO SPECIALE LE DICHIARAZIONI DI BERLUSCONI SUL PD

Fallito il mandato esplorativo della Casellati?

“Non direi, sono certo che alla fine il governo centrodestra M5S si farà. Berlusconi vedrete si calmerà. Tanto a lui che a Renzi conviene che il governo si faccia”.

Berlusconi ha bocciato l’ipotesi di appoggio esterno e ha aperto ufficialmente al dialogo con il Pd. Non sembra affatto intenzionato a favorire un governo con i 5S

Ripeto, si calmerà. Tornare al voto non gli conviene, come non conviene a Renzi che ha tutto l’interesse a far nascere un governo per garantirsi una rendita di posizione stando fuori e tentando di riconquistare la leadership del partito. Quindi il governo lo faranno nascere”.

Quindi ritiene che alla fine Fi darà l’appoggio esterno?

“No, Berlusconi entrerà nel governo schierando le terze file, non ministri di peso. Come ha fatto con la Casellati. Il presidente del Senato non era certo una prima fila. Diciamo che avremo ministri forzisti modello Casellati”.

Però il veto del M5S su Forza Italia rimane. Per loro non sarebbe comunque una sconfitta?

I 5S alla fine vogliono andare al governo e ci andranno. Vedrete che ognuno farà un passo indietro. Basta aspettare”.

Intanto però Salvini si è spinto molto avanti chiedendo il pre-incarico. Ha fatto bene?

“Certo, anche se il M5S non lo appoggerà mai. Loro vogliono andare al governo con premier Di Maio e alla fine ci andranno”.

Quindi Salvini con il pre-incarico rischia di bruciarsi?

“Assolutamente no. Lui andrà a trattare il programma con il M5S e nel contempo Berlusconi non potrebbe dirgli di no. A quel punto il no potrebbe arrivare dai grillini ma non sarebbe responsabilità di Salvini. Sto facendo ovviamente delle ipotesi, non sono il presidente Mattarella e non sarei così sicurro che alla fine dia l’incarico al leader leghista. Ma sarebbe comunque un modo efficace per sbloccare la situazione”.

Non ritiene invece possibile un secondo mandato esoplorativo?

“A chi? A Roberto Fico? Per fare cosa? 

Per verificare un’alleanza M5s-Pd?

“In quel caso il leader non sarebbe Di Maio, ma lo stesso Fico. Il premier naturale diventerebbe lui, ma non credo proprio che questo farebbe molto piacere a Di Maio”.

Un premier terzo a quest punto sbloccherebbe la situazione?

“Non credo, anche perché i 5S non accetteranno nessun altro nome all’infuori di Di Maio. Salvini si è già detto pronto a fare un passo indietro e alla fine lo farà magari ottenendo delle contropartite. Berlusconi ci dovrà stare perché tornare alle urne significherebbe perdere altri voti a vantaggio del Carroccio. Fi finirebbe fagocitata dalla Lega, ipotesi che si verificherebbe anche nel caso in cui decidessero per l’appoggio esterno. Fra gli azzurri pochi sarebbero disponibili a sostenere un esecutivo senza farne parte e ci sarebbe la gara a passare con Salvini. Berlusconi non può permettersi tutto questo. Nascerà un governo debolissimo dal momento che centrodestra ed M5S non sono d’accordo quasi su nulla. Il M5s alla fine accetterà una presenza sottotono di Fi come hanno accettato la Casellati. In fondo se sono pronti a dire sì’ all’appoggio esterno dovrebbero fare soltanto un passetto in più “.

Condividi!

Tagged