Alfie, il Presidente del Bambino Gesù Mariella Enoc è a Liverpool

In Rilievo

Alfie non deve morire così, non senza aver tentato tutto il possibile. Si tratta di civiltà, si tratta delle differenza tra Europa e paese non civilizzati. Mentre cresce l’agitazione per salvare in qualche modo la vita e il suo decorso naturale al bambino affetto da patologia degenerativa irreversibile, una notizia arriva alla stampa.

 “Ho parlato con i genitori, ho portato loro la vicinanza di Papa Francesco, ma anche dei tanti genitori che si trovano nella loro situazione” ha fatto sapere all’Ansa il Presidente del Bambino Gesù Mariella Enoc che ha appena lasciato l’ospedale di Liverpool, dove è ricoverato il piccolo Alfie Evans, per il quale a breve dovrebbe cominciare la procedura di estubazione. “I genitori non si rassegnano, stanno facendo di tutto per rallentare l’inizio della procedura ma non si può più far nulla”, aggiunge Enoc.

Anche la Regina è stata chiamata in causa dalla rete, e la mobilitazione è massima. C’è chi ha chiesto un intervento alla Principessa Kate, incinta del terzo figlio, perché fermi la mano di chi vorrebbe la spina.

Dall’Italia ora anche Giorgia Meloni si aggiunge agli appelli che si stanno susseguendo per il bambino: “Rivolgo un appello urgente al Governo italiano: conceda il visto diplomatico alla famiglia Evans e permetta loro di venire in Italia. Alfie – insiste Meloni – può essere ancora salvato”.

Prima di lei aveva parlato Monsignor Paglia, seguendo quanto già dettato dalla linea vaticana e quanto fatto dallo stesso Papa che aveva ricevuto papà Thomas appellandosi anche lui per la salvezza del piccolo affetto da malattia neurodegenerativa che non gli darebbe scampo: “E’ importante procedere in modo il più possibile condiviso, per individuare la soluzione migliore per aiutare il piccolo Alfie in questo momento così drammatico della sua vita” per il presidente della Pontificia Accademia per la Vita, riguardo alla vicenda che “continua a suscitare una profonda risonanza emotiva”.

Condividi!

Tagged