Governo, consiglieri riuniti: attesa la decisione di Mattarella. Le possibilità

Politica

Quale sarà la decisione da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sui prossimi passi da compiere sulla strada della formazione del governo?

Il segretario della Lega, Matteo Salvini, in un comizio a Trieste ha provato a suggerire “il finale”: “I dati delle elezioni regionali in Molise confermano che gli italiani hanno le idee chiare: sinistra e Pd cancellati dalla faccia della terra. Visto che il mio impegno è dare all’Italia un governo che finalmente risponde al voto degli italiani, penso che il Partito democratico per dignità non possa far parte di nessun governo per i prossimi 5 anni. E quindi consiglio caldamente ai secondi arrivati di smetterla di imporre diktat, veti o di dire ‘io, io, io’, di metterci intorno ad un tavolo. Centrodestra e Cinquestelle comincino a governare già da questa settimana, senza perdere altro tempo”. 

Tutto molto bello, se non fosse che al suo interno il centrodestra è ancora spaccato e non è affatto detto che Berlusconi apra a un governo coi 5Stelle, tanto più che Forza Italia conferma il suo “peso” in Molise e con Salvini i rapporti di Silvio non migliorano, anzi. E’ chiaro, dunque, che quello del leghista sia solo di un tentativo di influenzare il presidente verso il passo atteso dal leghista.

La realtà è molto più magmatica e il caos regna, dopo queste amministrative molisane, ancora più sovrano.

Dopo il fine settimana di riflessione, il capo dello Stato sta riunendo i suoi consiglieri, per valutare come procedere nelle prossime ore. Sul tavolo la possibilità di un nuovo mandato esplorativo, stavolta al presidente della Camera, Roberto Fico, con tempi e modalità ancora da definire, oppure altre ipotesi anche in base all’evoluzione del confronto politico.

‘Facciamo veloce’ è il grido che si alza dal centrodestra, che in una settimana vuole dare il governo agli italiani. Ma c’è un solo dato certo: la sinistra, il Pd di Renzi, sono stati nuovamente bocciati e non possono tornare al Governo.

Davvero è così? Non è vero neanche questo. Prova ne è che Francesco Boccia, intervistato a Rainews 24, spinge proprio oggi per un accordo coi grillini: “Dopo il prossimo incarico che conferirà il presidente Mattarella ci sarà un altro Pd e avremo bisogno di una direzione per decidere la linea”.

E ancora: “Si sta entrando in un’altra fase politica”, ha aggiunto Boccia, “non resta che un accordo serio tra Pd e Movimento cinque stelle” nell’ambito del centrosinistra. E in questo senso “ho molta fiducia nella eventuale esplorazione del presidente M5s della Camera Roberto Fico che è cresciuto a pane e sinistra”.

Insomma sul tavolo Mattarella ha un bel groviglio da districare.

 

 

Condividi!

Tagged