“E’ caos più totale in tema di vaccini” e discriminazione: chi lo dice

In Rilievo

“E’ caos più totale in tema di vaccini e scuole in Italia”. Lo denuncia il Codacons “dopo le decisioni nettamente diverse prese da alcune scuole sull’ingresso dei bambini non in regola con le vaccinazioni obbligatorie”. ‘

Per il Codacons è “esattamente come previsto da noi, la legge Lorenzin sta generando la confusione più totale realizzando discriminazioni inaccettabili a danno delle famiglie e dei bambini – afferma il presidente Carlo Rienzi – Se infatti in Piemonte a due bambini è stato vietato di entrare a scuola perché non in regola con i vaccini, nella vicinissima Valle D’Aosta si è deciso in senso totalmente opposto, con ben otto bambini non in regola con le norme nazionali ugualmente ammessi a scuola”.

Insomma, secondo l’accusa dell’associazione “in presenza della medesima situazione, quindi, si realizzano disparità mai registrate in Italia, e i bambini subiscono un trattamento diverso a seconda della regione di residenza”.

Al prossimo governo Rienzi chiede che “si metta mano a questa legge assurda e discriminatoria, rendendo obbligatori i vaccini in modo più equo e garantendo i diritti delle famiglie schiacciati dal ministro della salute e dal suo entourage”.

Sui vaccini in campana elettorale Di Maio aveva promesso che se il M5S sarebbe andato al governo avrebbe fatto “una legge per raccomandare i vaccini: siamo a favore della raccomandazione e per l’obbligo, ma come era inteso prima del decreto Lorenzin”. Idem Salvini, si è sempre detto contro questa legge. Per Lorenzin, che ai tempi aveva risposto ai due, “il populismo parla la stessa lingua”. Ma ora pare che il quadro sia effettivamente a più tinte e anche fosche. Chi la spunterà?

Condividi!

Tagged