Mattarella, e ora sarà instabilità pericolosa

1 minuto di lettura

Al di là delle prerogative del Presidente della Repubblica e dei difensori d’ufficio di una scelta discutibile del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, rispedire al mittente un Governo che ha la maggioranza in Parlamento e il consenso della maggioranza degli italiani e sostituirlo con un governo del Presidente sapendo che non avrà la fiducia del Parlamento, non sembra proprio un’ idea geniale.

É  un comportamento che ha un contenuto di per sé politico che avrà come effetto quello di riempire il serbatoio di carburante a due macchine in piena corsa, la Lega e il M5s, o meglio la macchina della non partecipazione (astensione) e del discredito nei confronti delle istituzioni e la macchina del cosiddetto populismo.

Mattarella riuscirà nell’impresa di allontanare ancor di più il popolo dalle Istituzioni, di creare un’ instabilità pericolosa per i risparmi degli italiani e di creare i presupposti, alle imminenti nuove elezioni, di un plebiscito distribuito tra il M5S e la Lega?

La politica e i comportamenti conseguenti non rispondono solo per quello che sono, ma soprattutto per quello che appaiono.

di Amedeo Giustini

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Parlano Salvini e Grillo: non Cottarell-arsi al sole troppo e Savona candidato

Articolo successivo

Governo, interferenze di Bruxelles sull’Italia: accuse e smentite

0  0,00