Mattarella, e ora sarà instabilità pericolosa

In Rilievo

Al di là delle prerogative del Presidente della Repubblica e dei difensori d’ufficio di una scelta discutibile del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, rispedire al mittente un Governo che ha la maggioranza in Parlamento e il consenso della maggioranza degli italiani e sostituirlo con un governo del Presidente sapendo che non avrà la fiducia del Parlamento, non sembra proprio un’ idea geniale.

É  un comportamento che ha un contenuto di per sé politico che avrà come effetto quello di riempire il serbatoio di carburante a due macchine in piena corsa, la Lega e il M5s, o meglio la macchina della non partecipazione (astensione) e del discredito nei confronti delle istituzioni e la macchina del cosiddetto populismo.

Mattarella riuscirà nell’impresa di allontanare ancor di più il popolo dalle Istituzioni, di creare un’ instabilità pericolosa per i risparmi degli italiani e di creare i presupposti, alle imminenti nuove elezioni, di un plebiscito distribuito tra il M5S e la Lega?

La politica e i comportamenti conseguenti non rispondono solo per quello che sono, ma soprattutto per quello che appaiono.

di Amedeo Giustini

Condividi!

Tagged