L’assenza eccellente di Martina alla Leopolda: cosa è successo

Politica

Vi sfido a dirmi un nome di un candidato alla segreteria. C’è questo qui, il segretario, che sembra il maggiordomo della famiglia Addams”. Mentre Beppe Grillo al Circo Massimo in riferimento al Pd stuzzica Maurizio Martina, qualcun’altro si chiede dove sia finito.

“Mi dispiace molto che il segretario del @pdnetwork non sia venuto ad un evento che ha coinvolto come sempre – e più di sempre – migliaia di iscritti ed elettori del nostro partito. Un vero peccato. #Leopolda9” scrive in un tweet Luciano Nobili, deputato del Partito democratico. 

Ma l’arcano è presto che risolto. Renzi stesso fa capire la spaccatura in atto.

“La campagna d’odio di questi mesi è stata più dura delle altre, l’odio fa male, quintali di fango che ci hanno buttato addosso non ci hanno sporcato l’anima ma ci hanno fatto male. Però non si risponde all’odio con l’odio, anzi l’odio si ritorce contro i giacobini che vanno sul patibolo, come sempre accaduto” ha dichiarato alla Leopolda.

Siccome il riferimento, fa intuire, coinvolge personalità che hanno ricoperto incarichi di governo, i primi sospettati sono Maurizio Martina a Dario Franceschini, che pare si stiano organizzando attorno a Nicola Zingaretti.

Se è vero che la politica non si riduce alle nomine, è anche vero che le nomine sono importanti e danno potere alle persone. Quelle persone poi sono libere di fare politica come credono, o devono rimanere fedeli a tutti i costi al loro “generale”? E’ sempre stata la stessa storia.

Meglio svoltare, spesso dietro l’angolo c’è un altro successo. Rimanere fermi al passato e onn guardare avanti può rilevarsi un problema. Si veda Londra che sta cercando di vincere l’ondata sovranista che aveva portato la Brexit.

Invece di piangersi addosso, migliaia di persone sono scese in piazza per dire Sì all’Europa. E Maurizio Martina, commentando la manifestazione di ieri nella Capitale dell’Inghilterra, lo fa notare e chiede una riflessione non tanto a Renzi, ma al suo partito, che deve sopravvivere alla Renxit?

Condividi!

Tagged