Roma: maltempo e tempesta perfetta, povera Raggi. Una strage di alberi

Politica

E’ un evento straordinario. Neanche il tempo a Roma è più lo stesso. ”A causa del maltempo e delle fortissime raffiche di vento che stanno colpendo la città, il Servizio Giardini di Roma Capitale ha effettuato fino ad ora più di 250 interventi per rami o alberi caduti”.

Il Campidoglio ieri sera così monitorava la situazione informando i cittadini degli interventi effettuati.

Vento e tempesta hanno raggiunto raffiche anche di 105 km orari, e i danni al verde urbano romano sono una vera e propria catastrofe. Sono fenomeni atmosferici nuovi, che colpiscono gli alberi e li anno cadere prepotentemente. “Nel 2008, a Roma un evento analogo aveva causato il crollo di 271 alberi, mentre a seguito della nevicata del 2012 ne sono caduti ben 497”, aveva dichiarato ieri l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari.

Una strage di alberi, ‘anziani’, rami che cedono perché non potati, alberi precari perché malati. Il problema dei bandi sul verde a Roma, ricordarsi lo scandalo in merito, a breve potrebbero però essere risoli con l’aggiudicazione provvisoria del servizio che ha avuto uno stop decisivo con l’inchiesta Mafia Capitale.

“Normalmente per una gara europea servono due anni, l’amministrazione sta correndo. L’assessore Montanari è arrivata a dicembre 2016 e ha fatto partire il bando il quattro mesi”, ricorda l’assessorato all’Ambiente interpellati sui tempi.

Ma la colpa non è della Raggi. Ha ereditato un Servizio Giardini del Comune all’osso che non riesce da solo da occuparsi dell’immenso patrimonio verde cittadino da 44 milioni di metri quadrati, e dei 330 mila alberi. . La speranza è in nuove assunzioni che verranno perfezionate entro il 2018.

Condividi!

Tagged