Salvini vede Le Pen: il nuovo asse per le Europee: famiglia e lavoro

Politica

Condividi!

Salvini vede Le Pen, anzi no. Prima la polemica con il vice premier che rispondeva da Parigi: “Orban e Le Pen sono assenti perché non invitati, nessuna delusione”.

Ma attenti: anche se non ci saranno né Marine Le Pen, leader del Rassemblement National francese, né il primo ministro ungherese Viktor Orban, all’incontro dei partiti sovranisti in programma lunedì prossimo all’Hotel Gallia di Milano convocato da Matteo Salvini, è come se ci fossero.

Infatti Matteo Salvini ha incontrato a Parigi Marine Le Pen. Un incontro “cordiale”, riferiscono fonti vicine a Salvini, in cui i due “hanno parlato di situazione politica, scenari ed elezioni europee”.

Salvini e Le Pen, riferiscono le stesse fonti, “stanno pensando a una manifestazione comune per chiudere la campagna elettorale e annunciare l’inizio di una nuova Europa”. Entrambi sono impegnati a stringere nuove alleanze internazionali “per allargare la famiglia di chi vuole cambiare Bruxelles”.

Ed ecco quali saranno i temi principali della campagna elettorale: lavoro, famiglia e tutela dell’ambiente. Ma non sono i soli impegnati a stringere nuove alleanze internazionali per allargare la ‘famiglia’ di chi vuole cambiare Bruxelles.

Ha spiegato infatti Salvini: “Le varie delegazioni del gruppo ‘Europa delle Nazioni e delle Libertà’ al Parlamento europeo, che comprende il Rassemblement national, la Lega e altri, hanno dato a Matteo Salvini il compito di rappresentarle alla conferenza di Milano, dove ci saranno forze danesi e finlandesi che non sono ancora nel gruppo Enl”.

Però da oggi Salvini ha il compito di cercare altre alleanze in Europa, lo dice la Le Pen: “Il fatto di essere al governo gli dà incontestabilmente una leadership, e ne sono felice. Gli abbiamo affidato questo ruolo, anche se noi tutti siamo al lavoro. A Matteo abbiamo delegato il compito di costruire un gruppo il più largo possibile”.

 

 

Tagged