E mo’ so Rixi loro. Cosa pensano gli italiani della condanna del leghista?

Politica

Il Contratto di governo è lo strumento migliore per garantire il cambiamento e torna sempre utile. Per esempio oggi, con il caso giustizia che torna a soffiare forte e rischia di travolgere il governo. 

Il vice ministro delle Infrastrutture Edoardo Rixi condannato in primo grado non ci voleva proprio o è esattamente quello che ci voleva per i 5stelle? Sicuramente ora potranno brandire l’arma legalitaria, che è il grande brand pentastellato, e tornare ad avere centralità governativa.

La prova è che Manlio Di Stefano su twitter lo scrive chiaro e tondo pochi minuti dopo la notizia: “Il contratto tra M5S e Lega parla chiaro in tema di “Codice etico”. Salvini risparmi agli italiani un nuovo caso Siri e risolva subito la questione #Rixi con l’unica via praticabile, le dimissioni. I contratti si rispettano nella loro interezza, non solo quando fa comodo”. Proprio per questo, e per evitare scossoni, il vice ministro Rixi ha già rassegnato le dimissioni, accettate da Matteo Salvini. D’altronde l’accusa non è un’inezia: condannato per peculato a tre anni e cinque mesi con l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Ma lo ripesca la Lega in qualche modo. “Oggi stesso lo nomino responsabile Infrastrutture della Lega” ha detto il ministro dell’Interno. Perchè rischiare di farsi criticare e scegliere di “salvare” in qualche modo il suo collega di partito? Semplice: Rixi è fondamentale per il partito come Siri, sottosegretario ai Trasporti della Lega e consigliere economico di Salvini. Sarà un caso che sono entrambi uomini chiave del governo gialloverde?

Fatto sta che i fatti sono questi. Ma gli italiani come commentano la condanna per peculato di un membro del governo?

Condividi!

Tagged