Raggi e i nuovi bus a Roma, ma il degrado è sempre dietro l’angolo

Politica

Il Sindaco di Roma gestisce una città fuori controllo, minacciate da bande in contrasto, piena di clan e di spazi gestiti dalla mala. Su questo ormai tutti, di qualunque colore politico, trovano un accordo: Roma non è più dei romani.

Ma la Raggi ci prova, a riprendersela. Coni bus e con i lavori sulla tangenziale.

Oggi, infatti, sono stati presentati questa mattina a Tor Bella Monaca i nuovi autobus arrivati ieri nella Capitale che fanno parte dei 227 acquistati con la gara Consip. A entrare in funzione tra oggi e domani saranno 80 bus della nuova serie Citymood, che verranno assegnati alle principali rimesse Atac, per consentire una distribuzione omogenea su tutto il territorio cittadino.

Da lunedì 5 agosto, poi, inizieranno i lavori per abbattere la tangenziale est davanti la stazione Tiburtina. Si a Roma cambiare la viabilità di un intero quadrante è pericoloso e va riconosciuto alla sindaca pentastellata un bel coraggio.

In un post sulla sua pagina Facebook il sindaco di Roma però prova a spiegare ai cittadini la decisione di cambiare “rotta” a Roma. Ecco tutte le informazioni per trascorrere un sereno agosto nella Capitale:

“Sulla Circonvallazione Tiburtina, direzione via Salaria, sarà vietato il transito nella corsia principale della Tangenziale Est in prossimità dello svincolo Portonaccio – Tiburtina – spiega -. Sulla Circonvallazione Nomentana, direzione San Giovanni, non sarà consentito il transito dei veicoli nella corsia principiale, all’altezza del civico 474, in prossimita’ di Via Teodorico. Sara’ obbligatorio svoltare a destra verso la corsia complanare con divieto di transito in entrata all’altezza del civico 490/496”. “Su via Tiburtina – conclude RAGGI -, direzione Piazzale del Verano, divieto di transito sulla rampa di immissione della Tangenziale Est, in prossimita’ di via Masaniello per i veicoli in direzione via Salaria. Prevista, anche, la chiusura della rampa ad altezza piazzale delle Crociate, direzione Stadio Olimpico“.

Ma Roma non è solo trasporti e viabilità, caro Sindaco. E sul resto il “controllo amministrativo” pare non essere così efficace. Una puzza terribile investe intere borgate di periferia, un’aria irrespirabile che fa subito tossire. Da sentirsi male. La spazzatura rimane il vero problema da gestire e complice il caldo la situazione è davvero incandescente e di degrado puro. E non si salvano neanche i quartieri cosiddetti “bene” come quartiere di Vigna Clara e Monteverde, non è raro vedere contenitori dell’immondizia strabordanti.

Fatevi un giro.

Condividi!

Tagged