#impeachment, la mossa dem anti-Trump a rischio boomerang

Esteri Politica

E’ partita la campagna elettorale per le presidenziali del 2020 negli Stati Uniti.

Nancy Pelosi, speaker democratica della Camera ha annunciato l’avvio di una inchiesta formale di impeachment per il presidente Donald Trump. Decisione arrivata dopo un’attenta riflessione aperta in casa democratica, fra chi già da mesi spingeva per mettere Trump sotto accusa, legando la richiesta alle indagini sul Russiagate condotte dal procuratore speciale Robert Mueller e chi, come la Pelosi, preferiva soprassedere per paura dell’effetto boomerang.

A far cambiare idea ai democratici “prudenti” è intervenuta oggi la vicenda dell’Ucraina con le presunte pressioni di  Trump su Kiev per indagare il figlio di Joe Biden.

L’accusa è di alto tradimento, in quanto il presidente si sarebbe servito dell’aiuto di un Paese straniero per scopi interni legati alla sua rielezione alla Casa Bianca l’anno prossimo, considerando che Biden è ritenuto uno dei suoi avversari più temuti.

Sotto accusa una telefonata effettuata dal Presidente Usa il 24 luglio scorso al leader ucraino Voldymyr Zelensky, con la quale avrebbe sollecitato ufficialmente l’apertura di un’inchiesta sul figlio di Biden.

Trump dal canto suo nega tutto e parla di “molestie” nei suoi confronti e di “caccia alle streghe”. Si è detto pronto a rendere pubblica la trascrizione della telefonata con il presidente ucraino nella certezza che in essa non vi sarebbe nulla di illegale. “Vedrete che è stata una chiamata amichevole e totalmente appropriata – si è difeso  l’inquilino della Casa Bianca – Nessuna pressione e, al contrario di Joe Biden e del figlio, nessun qui pro quo! Tutto questo non è altro che la prosecuzione della più grande e distruttiva caccia alle streghe di tutti i tempi”.

Una cosa è certa, i dem con questa mossa si stanno giocando il tutto per tutto. Perché il rischio che l’inchiesta possa produrre l’effetto opposto, quello cioè di rafforzare Trump agli occhi dell’opinione pubblica ci sta tutto.

E da parte sua il presidente è pronto a sfruttare l’ impeachment a suo vantaggio denunciando i tentativi degli avversari di eliminarlo sul piano giudiziario non riuscendo a batterlo su quello politico. Secondo i sondaggi la popolarità di Trump sarebbe molto alta il che lascerebbe presupporre che sconfiggerlo non sarà affatto facile. Come hanno dimostrato del resto le elezioni di medio termine.

 

Condividi!

Tagged