I boatos che fanno tremare la politica: altri 88 “acquisti” per Renzi

Politica

La notizia è di quelle destinate a scatenare un terremoto politico dalle conseguenze devastanti.

Se le indiscrezioni pubblicate da Affari Italiani fossero vere, tanto il premier Conte che il segretario del Pd Nicola Zingaretti avrebbero di che tremare. Sembra infatti che 88 parlamentari fra deputati e senatori provenienti da Forza Italia, Partito Democratico e Movimento 5Stelle si starebbero spostando sul movimento di Matteo Renzi, Italia Viva.

L’operazione, indovinate un po’ da chi sarebbe pilotata? Secondo Affari Italiani il grande regista sarebbe ancora una volta Denis Verdini, che si muoverebbe però insieme ad altri attori che agirebbero dietro le quinte, fra cui ci sarebbero diversi imprenditori.

Colui che fino a poche settimane fa era agli onori delle cronache in quanto “suocero di Salvini” sarebbe tornato in campo  a tutti gli effetti come luogotenente di Renzi per rafforzare il suo peso all’interno della maggioranza, condizionare sempre di più l’azione di governo in senso renziano e, sempre secondo i boatos, quando i tempi saranno maturi, per scalzare Conte da Palazzo Chigi e sostituirlo con il leader di Italia Viva.

Fantapolitica? Può essere, ma di sicuro non sono casuali le cene fra Zingaretti e Di Maio degli ultimi giorni che, secondo gli informatori più accreditati avrebbero avuto come argomento Renzi e le strategie per disinnescarne il potere. E non sarebbero casuali neanche certe accelerazioni che si starebbero verificando in casa dem per favorire il prima possibile il rientro di Pierluigi Bersani e degli ex scissionisti di Liberi e Uguali.

Secondo alcuni, dietro l’operazione di Verdini, vi potrebbe essere anche il via libera di Silvio Berlusconi sempre più scontento degli alleati del centrodestra e delle manovre del duo Salvini-Meloni volte a succhiare parlamentari agli azzurri per rinforzare il fronte sovranista.

Tutte voci ovviamente che non trovano nessuna conferma, ma che stanno comunque agitando la politica italiana. E se certe manovre fossero vere, allora non resta che accettare anche la narrazione sulla crisi del governo gialloverde che vede proprio Verdini nei panni del guastatore.

Sarebbe stato proprio il suocere di Salvini ad anticipare a Renzi le mosse del genero, facendo sì che l’ex segretario dem potesse prendere in mano la situazione e scombinare i piani elettorali del duo Salvini-Zingaretti. Ad ogni modo se si tratta di fake news o di operazioni realmente in corso non ci vorrà molto a capirlo.

Certo è che Renzi sembra deciso a giocarsi il tutto e per tutto e non è sicuramente disposto ad accontentarsi del ruolo di leader di un movimento attestato nei sondaggi non oltre il 6%.

Condividi!

Tagged