Oroscopo di GIUGNO: il viaggio di Simon and the stars alla scoperta del 2020

In Rilievo Oroscopo

Ecco alcuni estratti delle previsioni del mese di giugno ricavati dal libro “L’oroscopo 2020, il giro dell’anno in 12 segni” di Simon and the stars, astrologo molto amato dal web e con un sito di previsioni astrologiche molto seguito su cui potrete leggere le previsioni complete. (CLICCA QUI)

Ariete: Siamo ancora alle battute iniziali del viaggio. Se nel corso del mese precedente abbiamo testato la strumentazione di bordo, verificato che tutto fosse in regola, ci siamo confrontati con le risorse a disposizione (verificando ad esempio la realizzabilità di certi progetti in base ai costi e ai tempi), adesso siamo pronti ad entrare nel vivo dell’azione. E cominciamo proprio dalla ricerca di “alleati”, di persone giuste con le quali condividere un percorso. Cominciamo ad esplorare un nuovo mondo, comprenderne le regole, prendere contatti con chi già ne fa parte. E’ una tappa nella quale iniziamo a far sentire la nostra voce, tiriamo la testa fuori dal confine di una zona protetta e ci esponiamo di più.

Toro: Il mese successivo a quello del compleanno corrisponde a una fase più concreta e pragmatica. Se con il ritorno solare decidiamo di partire per un viaggio, nel mese successivo passiamo in officina per controllare la pressione delle gomme e lo stato del motore. Verifichiamo la tenuta di strada e la strumentazione di bordo. Del resto, dal loro stato dipende buona parte del successo del viaggio che stiamo per intraprendere. In questa fase l’attenzione è concentrata sul nostro talento, perché le nostre capacità rappresentano l’equipaggiamento di base con il quale partiamo per il nostro Viaggio. Al positivo, scoprendo talenti che non sospettavamo di avere.

Gemelli: È il mese del compleanno e del ritorno del Sole nel nostro segno, nella stessa posizione che aveva al momento della nascita. Ed è proprio di questo che si parla: di una piccola “rinascita” che attiva un nuovo ciclo di vita, con tutta la prorompente potenza degli inizi. Potenza quale contrappunto di atto. Il ritorno solare crea infatti un nuovo seme, che già contiene il DNA delle possibili iniziative di crescita e di trasformazione che dovranno essere poi «attivate» nel corso dell’anno grazie al nostro impegno e alla nostra determinazione.

Cancro: Tra breve (meno di un mese) sarà il momento di iniziare un nuovo ciclo e torneranno a prevalere le energie «maschili» dell’azione e dell’iniziativa. Ma ora siamo altrove, in un terreno lunare di rielaborazione personale. A volte in questa fase la vita sembra scorrere dietro un vetro che a tratti si «appanna». Vediamo tutto, ma siamo distanti da tutto. Esprimiamo continuamente questo stato d’animo con frasi come «ho bisogno di stare solo con me stesso». È una fase che ci porta a estraniarci dai rumori della folla e della socialità per tornare a sentire la nostra voce interiore. E’ il tempo delle attese, della necessità di riconnetterci con noi stessi isolando tutto ciò che crea disordine e confusione.

Leone: Per certi versi, può essere il mese delle prove e dei grandi traguardi, che danno soddisfazione ma che portano con sé anche un bella dose di fatica o di ansia. Può essere il mese dei “frutti” che premiano l’impegno, ma anche delle delusioni, se hai puntato sui progetti sbagliati o se non li hai coltivati con sufficiente cura e dedizione. Ma ancor prima, è un mese che ti chiede di mostrarti all’altezza di crescenti responsabilità. Un periodo nel quale spesso ti domandi “e adesso dove si va?”, “cosa ne sarà di me?”, “quali sono i prossimi passi?”. Nel quale ti preoccupi di più di certe scelte di carriera, dell’immagine che dai all’esterno, della tua autorevolezza. E’ il mese nel quale ti preoccupi di più di fare passi falsi, di dare l’impressione sbagliata all’esterno.

Vergine: Spesso in termini lavorativi è un periodo di esami da sostenere, prove da superare, progetti da consegnare. E’ il banco di prova sul quale dimostrare tutto ciò che abbiamo imparato, coltivato e portato avanti nei mesi scorsi. E’ quel momento in cui l’attore ha il riflettore puntato addosso sul palcoscenico e si gioca il tutto per tutto… arriverà l’applauso? Naturalmente proprio come per l’attore, il successo non dipende tanto dalla performance di quegli istanti, ma da come si è preparato prima, dal testo che ha scelto di recitare e da quanto sia in grado di valorizzare le sue corde. Allo stesso modo, le prove della decima tappa in molti casi non sono impegnative in sé, ma rappresentano degli appuntamenti ai quali arrivare con tutte le carte in regola.

Bilancia: E’ una delle fasi più belle di tutto il viaggio. E’ una tappa che parla di orizzonti che si allargano, di grandi conquiste, e di espansione verso nuovi territori e progetti. Ripercorrendo le fasi precedenti del viaggio, ciò che abbiamo desiderato al compleanno a settembre, che abbiamo iniziato faticosamente a mettere a terra a dicembre, che abbiamo visto con maggiore chiarezza a marzo, adesso comincia finalmente a diventare realtà. E’ un periodo di grandi novità, che può regalare nuovi stimoli e interessi, spesso accompagnati da viaggi o altre occasioni per allargare gli orizzonti ed entrare in contatto con nuove realtà.

Scorpione: Abbiamo sicuramente maturato una maggiore consapevolezza su quali siano le “cose” (progetti, interessi, relazioni) che stanno andando nella direzione desiderata, e quali invece richiedano un intervento correttivo. Forti di questa consapevolezza, nel corso di questo mese si tratta di prendere quei “provvedimenti” necessari a correggere la rotta. Ecco perché è considerata la fase delle grandi trasformazioni: nel corso della quale siamo portati a tagliare i rami secchi, ad accantonare progetti o rapporti che non ci rispecchiano più. Perché rappresentano quella vecchia pelle che resta indietro, lungo la via, mentre noi proseguiamo il cammino.

Sagittario: È forse la tappa più importante del viaggio annuale. Io l’ho battezzato l’«anti-compleanno», perché rappresenta la fase centrale dell’intero ciclo, il momento culminante che mostra con la massima chiarezza il senso e della direzione del cammino che abbiamo intrapreso al compleanno. Prendendo a paragone il ciclo lunare, questa tappa corrisponderebbe ad una Luna Piena, rotonda e luminosa, che mi svela l’intero disco lunare nella sua pienezza. E anche nel ciclo annuale, seppur in termini simbolici, ha lo stesso effetto di “rivelazione”. Ciò che all’inizio del ciclo (al compleanno) era solo un piccolo “seme in potenza”, nei mesi successivi ha cominciato a lavorare, a metter radici, a tirar fuori germogli, e adesso emerge in modo chiaro e visibile.

Capricorno: E’ un mese nel corso del quale gli impegni si fanno più pressanti, e proprio per questo senza una buona auto-organizzazione diventa difficile portarli avanti. Soprattutto se abbiamo apportato un cambiamento di recente, potremmo vedere i lati più faticosi ed impegnativi di una scelta, di un nuovo progetto. E’ un po’ come se il cielo di questa fase del viaggio ci dicesse: “hai voluto la bicicletta? Ora pedala!”. Ma tutto questo serve anche a mettere a fuoco un sistema più strutturato, che permetta alle cose di andare a regime.

Acquario:  Superata la delicata fase di “decollo” del mese precedente (nel corso del quale abbiamo incontrato la prima quadratura), il nostro aereo raggiunge l’altitudine di crociera. I parametri di navigazione si stabilizzano, il viaggio si fa più piacevole, mostra il panorama di nuove ispirazioni. E questo è un vero sollievo dopo gli scossoni di fine marzo e della prima parte di aprile, dove tutto sembrava faticoso, pesante, rischioso, triste. Certo, alcuni problemi o questioni legate soprattutto alla casa e alla famiglia non spariscono certo d’incanto, ma adesso si affrontano in maniera del tutto diversa. Con maggiore energia, e soprattutto con la sensazione di aver trovato il bandolo della matassa, perché non c’è niente di peggio di procedere a tentoni.

Pesci: È il primo grande giro di boa del Giro intorno all’anno, un momento di verifica di tutte le iniziative e i progetti sorti al momento del compleanno. Rappresenta il vero e proprio inizio del viaggio, il momento in cui bisogna mettersi in cammino verso la realizzazione concreta dei nuovi propositi, spesso lasciando la sicurezza di quelle pareti domestiche fatte di abitudini e zone di comfort. Al punto che in molti casi l’ingresso nella Quarta tappa apre scenari di passaggio verso nuove realtà. Cambi di lavoro, di ruolo, traslochi, opportunità di trasferimento, tematiche legate alla casa, alla famiglia. Perché il focus di questa fase è proprio sulle radici, sulle fondamenta della vita. In certi casi, ci spinge a rafforzarle, in altre a rivederle o cambiarle.

 

Condividi!

Tagged