Pandemia, Viganò, campagne anti-Trump, allontanamento di Ratzinger: e se ci fosse un legame?

Esteri Politica

In un recente articolo, pubblicato da Bloomberg negli USA, l’economista Stephen Roach avverte che la caduta del dollaro è inevitabile e che il dollaro cadrà molto, molto bruscamente. Interessante, poi, la lunga e dettagliata analisi dell’esperto di finanza mondiale a corredo del drammatico “warning”.
Sono ormai anni che la Russia e, soprattutto la Cina, aumentano le loro riserve strategiche in oro. Peraltro la Cina è uno dei paesi che più estraggono il metallo prezioso.

La cosiddetta “pandemia” di Coronavirus scoppia a febbraio del corrente anno e ancora oggi domina le scene politiche e soprattutto mediatiche, provocando forti contrazioni nelle economie che hanno applicato il lockdown.

Qualche giorno fa Monsignor Carlo Maria Viganò, ex nunzio apostolico negli Stati Uniti, ha indirizzato una lettera al Presidente degli USA, Donald Trump. Nell’incredibile missiva il prelato ha affermato, parafrasando il Vangelo, che si stanno delineando nel mondo due schieramenti: “i figli della luce e i figli delle tenebre”-

Tra i figli delle tenebre annovera quel “Deep State”, che, dopo aver visto sfumare il Coronavirus quale strumento per asservire gli uomini, sta provocando rivolte nelle principali città degli USA, per arrivare, poi, alla inevitabile repressione armata; Trump, a detta di Viganò, è attaccato duramente dai figli delle tenebre, per cui esorta tutta la nazione americana a pregare per sostenerlo in questo combattimento; il monsignore affianca al “Deep State” una “Deep Church”, che parteggia per la massoneria.

E ancora. Il falco, super estremista Neo-con, John Bolton, già membro dell’amministrazione Trump e silurato dopo appena un anno, sta per pubblicare un libro scandalistico sulla Casa Bianca, rivelando dettagli molto imbarazzanti su Donald Trump, tanto che quest’ultimo ha minacciato il ricorso alla giustizia penale per bloccare la diffusione del volume; peraltro, negli USA sono prossime le elezioni presidenziali, per cui una siffatta iniziativa editoriale entrerebbe a gamba tesa nella campagna elettorale, fornendo un bell’aiutino a Mr. Biden, candidato democratico, che si oppone a Trump, il presidente uscente.

Per ragioni di salute del fratello, il Papa Emerito Benedetto XVI, al secolo Joseph Ratzinger, viene allontanato (forzosamente?) dal Vaticano e spedito nella sua Baviera.

Dopo più di un anno di inutili trattative, la Corea del Nord ha bombardato con un missile il palazzo, situato a Kaesong, che ospitava l’ufficio di coordinamento tra le due Coree (di fatto una specie di ambasciata) e lo ha raso del suolo; sembra, poi, che la Corea del Nord abbia nuovamente occupato con l’esercito la parte nordcoreana della cosiddetta “zona smilitarizzata”; il pretesto per questa recrudescenza sarebbe la diffusione di materiale propagandistico da parte di disertori nordcoreani, fuggiti in Corea del Sud.
In una regione Himalayana contesa, tra gli eserciti di Cina e India vi sono stati violenti scontri, con perdite da entrambe le parti; vale la pena sottolineare che i due Paesi sono entrambi dotati di bombe atomiche.

E SE TRA TUTTI QUESTI EVENTI, CHE SEMBRANO AFFASTELLATI A CASO IN QUESTO ARTICOLO, VI FOSSE UN NESSO CAUSALE? E se la cosiddetta pandemia di Coronavirus fosse stata scatenata per attribuire ad essa la crisi economica e coprire il crollo del dollaro come strumento di dominio mondiale? E se, in vista di questo crollo valutario ed economico, le potenze mondiali abbiano cominciato ad accumulare oro, come metallo prezioso di riserva, ed a schierarsi, alcune in difesa del vecchio establishment, altre per affermare un nuovo ordine mondiale multipolare?
Forse è più tranquillizzante, almeno per il momento, quello che si sente in televisione, almeno per il momento …

di Francesco Tallarico

Condividi!

Tagged